Le foto della Reggia fanno scoppiare la guerra sui ‘diritti’

La polemica scorre su Facebook dopo uno "strano annuncio”

“Informiamo che foto e video effettuati nella Reggia di Caserta, museo dello Stato, non possono essere utilizzati per fini commerciali e pubblicitari senza l'autorizzazione della Reggia rivendicando la proprietà delle immagini. La Reggia si riserva il diritto di utilizzare per fini promozionali qualsiasi foto, documento, audiovisivo che siano stati resi pubblici sul web, in cui si identifichi il Complesso vanvitelliano e le sue pertinenze”. E’ questo il post pubblicato sulla pagina Facebook certificata della Reggia di Caserta che ha aperto una feroce polemica sul social network.

Soprattutto per la seconda parte del messaggio, quella relativa alla possibilità da parte dei manager del palazzo vanvitelliano di poter utilizzare tutte le foto che vengono postate sui social network, escludendo quindi la possibilità che venga riconosciuto all’autore il diritto d’autore. E giù le polemiche: “Le leggi sul diritto d’autore sono chiave” scrive Alessandro, a cui fa eco Gennaro: “Il diritto d'autore vale per chi scatta la foto, quindi il discorso che fanno non regge. Oltretutto stiamo parlando di una proprietà statale. E come se mi vietassero di fotografare il Colosseo e vendermi la foto in poche parole”. Ancora più diretto Ferdinando: “In pratica al posto di pagare un fotografo per promuovere la reggia preferite "fregare" le foto di privati sui social. Grandi”.

Secondo il gestore della fanpage della Reggia “il fotografo verrà citato ma non potrà farsi pubblicità o vendere foto come se fossero sue” citando l’articolo 108 del codice dei Beni Culturali in cui si afferma che “La realizzazione di materiale audiovisivo all'interno dei musei statali da utilizzare per fini commerciali deve essere autorizzata dall'Amministrazione competente”. Ed è proprio qui che potrebbe nascere l’inghippo. Anche perché molte delle foto postate e ripubblicate anche dalla fanpage della Reggia riguardano l’esterno della stessa o, comunque, l’ingresso che, con un buon obiettivo, potrebbe essere ripreso anche dall’esterno del palazzo. Fatto sta che il post ha provocato grandi tensioni e polemiche che è facile prevedere continueranno anche nelle prossime settimane.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento