Sicurezza dei lavoratori della Reggia, la Cisl chiede un incontro alla direttrice

Il sindacato a Tiziana Maffei: "Non dimentichiamo le problematiche dei dipendenti"

La direttrice della Reggia Tiziana Maffei

La CISL di Caserta da tempo sostiene la centralità della Reggia vanvitelliana nei processi di sviluppo della Città Capoluogo e dell’intero territorio casertano; il Palazzo Reale, immagine di Caserta nel mondo e principale attrattore turistico della nostra provincia, deve sviluppare sempre di più un ruolo di volano per il rilancio del turismo culturale quale importante asset economico del territorio.

Nell’incontro che ha avuto con la stampa, la neo Direttrice Generale della Reggia, Tiziana Maffei, alla quale riconfermiamo le nostre felicitazioni e il nostro augurio di buon lavoro, ha inteso lanciare le linee-guida alle quali vuole ispirare la sua azione.

La CISL, nell’autonomia del suo ruolo di rappresentanza sia dei lavoratori che territoriale, intende dare tutto il suo contributo allo sviluppo delle migliori performance del Monumento tramite un rapporto di dialogo e di collaborazione fattiva con la Direzione.

"I punti principali che la CISL Fp vuole portare all’attenzione - spiega Franco Della Rocca, Segretario Generale di categoria - sono, da un lato la centralità dei lavoratori, la loro valorizzazione e la loro partecipazione in termini di professionalità e competenze: da questo punto di vista la CISL apprezza la disponibilità manifestata dalla Direttrice di dare sviluppo alla “collaborazione con tutto il personale”. Ovviamente deve essere affrontata e migliorata l'organizzazione del lavoro che vede in primis una carenza degli organici ed il tema importantissimo della sicurezza sul luogo di lavoro, alla luce anche degli ultimi eventi".

Altrettanto apprezzamento la CISL manifesta verso l’intenzione della Direttrice di “dare più importanza al rapporto tra pubblico e privato”, condizione indispensabile per sviluppare attività importanti che vadano oltre il pur importante risultato di aumentare sempre di più il numero dei visitatori alla Reggia.

Così come si ritiene condivisibile sia l’implementazione di un rapporto organico con l’Università casertana, sia lo sviluppo di investimenti per accrescere le condizioni lavorative e gestionali, sia quello di volgere lo sguardo alla realtà europea e internazionale.

"Per al CISL è importante lo sviluppo di iniziative che colleghino la Reggia alle altre realtà culturali del territorio - precisa Giovanni Letizia, Segretario Generale UST Caserta - quali il Mitreo e l’Anfiteatro sammaritani, alle Basiliche di Sant’Angelo in Formis, al Borgo medievale di Casertavecchia, al Belvedere di San Leucio e alla sua storia abitativo-produttiva; occorre sviluppare pacchetti turistici integrati che riportino Caserta al centro dei grandi tour operators, anche in collegamento con il rinnovato sviluppo turistico dell’area partenopea di cui il nostro territorio è il naturale retroterra“. 

Su queste linee di sviluppo la CISL è pronta a dare il suo contributo e la propria collaborazione, formulando fin d’ora alla neo Direttrice l’opportunità di un incontro per un proficuo scambio di idee nell’interesse delle performance del Monumento vanvitelliano e dello sviluppo dell’intero territorio casertano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento