Custodi licenziati alla Reggia, ma la nuova piattaforma 'anti fannulloni' non è ancora in funzione

"Europa Web" non è mai stata utilizzata nel palazzo vanvitelliano

Ha destato grande scalpore nei giorni scorsi la notizia del licenziamento di sei custodi della Reggia di Caserta su input del Ministero dei Beni Culturali perché accusati di truffa per essersi assentati dal posto di lavoro senza alcuna giustificazione. Una notizia che ha destato ancor di più scalpore visto che il provvedimento è arrivato senza attendere l’esito del processo a cui dovranno essere sottoposti.

E nel commentare la decisione del ministero il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, che appena 24 ore ha annunciato che ad ottobre lascerà la guida del palazzo e andrà in pensione un anno prima della scadenza del suo contratto, ha affermato che tutti i problemi relativi alle presenze del personale "verranno superati quando saranno risolte le difficoltà di applicazione della piattaforma Europea Web, sistema già adottato da diversi mesi: si tratta di un software che permette di controllare in maniera efficace le presenze, ma che va adeguato a una struttura complessa come la Reggia".

Il riferimento esplicito è al sistema di rilevamento delle presenze denominato Europa web che a detta del direttore permette di controllare efficacemente le presenze. In realtà questa piattaforma è attesa nel palazzo vanvitelliano da diversi anni e la sua entrata in vigore era stata richiesta anche nella tanto discussa (ed in parte anche strumentalizzata) nota dei sindacati del 2016 (quella del “direttore che lavora troppo”): furono proprio i sottoscrittori a chiedere conto al direttore dei ritardi connessi all'introduzione della piattaforma Europa web alla Reggia di Caserta.

Stiamo parlando di un sistema di rilevamento delle presenze introdotto ormai in tutti gli istituti statali con la sola eccezione appunto della Reggia di Caserta. Ma da tre anni ad oggi, cioè dall’arrivo di Felicori alla guida della Reggia, la nuova piattaforma di rilevamento delle presenze che aiuterebbe a combattere l’assenteismo, non è ancora entrata in vigore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento