Svelato il piano di protezione civile nel ricordo dei vigili del fuoco morti ad Alessandria

Un minuto di silenzio per ricordare la tragedia. Pirozzi: "Questo piano non può restare nei cassetti"

La presentazione del piano della protezione civile di Santa Maria a Vico

E’ stato presentato sabato sera il nuovo Piano comunale di Protezione Civile, nella sala ‘Sant’Eugenio’ del Convento dei Missionari Oblati di Maria Immacolata, in piazza Aragona a Santa Maria a Vico. Gli interventi sono stati preceduti dal momento musicale a cura di Antonio Bocchino, sassofonista di Enzo Avitabile, dal minuto di silenzio per i tre vigili del fuoco recentemente scomparsi ad Alessandria e dalla proiezione di un video con tutte le attività del locale nucleo di Protezione civile.

Anna Cioffi, consigliera comunale con delega alla Protezione civile, ha aperto l'incontro: "Oggi partono una serie di iniziative. Nei prossimi giorni illustreremo ai ragazzi delle scuole il Piano affinché sappiano come comportarsi in situazioni di pericolo. La più grande ricchezza del nostro territorio è il volontariato".

Le ha fatto eco Andrea Pirozzi (sindaco di Santa Maria a Vico): "Questo è un momento importante perché l’importanza della Protezione civile va oltre anche le grandi opere. Da stasera cominciamo a divulgare questo Piano. Il mio obiettivo è trasmettere questo piano, che non può restare nei cassetti delle scrivanie, ai ragazzi delle scuole. Il nostro comune è a rischio idrogeologico ma, nonostante le condizioni meteo delle ultime settimane, fortunatamente non abbiamo rilevato danni. Questo perché ogni anno stanziamo fondi in bilancio. Siamo orgogliosi dei nostri volontari che agiscono gratuitamente ma in maniera eccellente, come dimostra il continuo monitoraggio del territorio e delle criticità in esso presenti. In passato abbiamo avuto una lezione, che abbiamo imparato ed ora annualmente puliamo valloni, caditoie e cunette. Approfitto della presenza di amministratori di comuni vicini per dire: “organizziamoci per prevenire”. Proprio qui vicino realizzeremo una Sala operativa della Protezione civile, grazie ad un finanziamento regionale".

protezione civile santa maria a vico-2

All'incontro ha partecipato anche il consigliere provinciale Pasquale Crisci: "La Protezione Civile è senso civico di salvaguardare il territorio. Abbiamo un gruppo di giovani volontari eppure c’è chi li critica. Dovremmo essere tutti a fare azione di protezione civile. La Provincia di Caserta investirà il 70% dei suoi fondi del prossimo bilancio su strade e Protezione civile. In alcuni territori a noi vicini abbiamo assistito a scene apocalittiche. Dobbiamo essere consapevoli di dove vogliamo andare e dare ai nostri figli un futuro degno".

Il consigliere regionale Giovanni Zannini ha sottolineato come "la Regione in una prossima programmazione deve dare ancora più importanza alla Protezione civile, spesso sottovalutata, e cominciare a valutare di stanziare fondi per chi sottrae tempo alle famiglie per le collettività. Ogni territorio ha i suoi rischi. Voglio riconoscere a Santa Maria a Vico il suo essere all’avanguardia nel tema: tanti comuni della provincia di Caserta non sono a questi livelli. Santa Maria a Vico per me è un esempio di buona amministrazione". E’ stato invece rinviato, a causa delle avverse condizioni meteo, l’appuntamento con i gazebo informativi per illustrare alla cittadinanza il Piano, previsto per questa mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento