Il musical Masaniello ritirato dalla Reggia, Felicori al vetriolo sugli oppositori

Bufera sullo spettacolo scritto dal funzionario Mazzarella. Il direttore: "Dobbiamo essere impeccabili"

Il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori

Il Musical Masaniello, in programma all'Aperia della Reggia di Caserta, ritirato. E' quanto accaduto ieri in seguito ad un'animata discussione sui social network sullo spettacolo scritto dal funzionario di Palazzo Reale Vincenzo Mazzarella.

Dopo un violento scontro tra favorevoli e contrari, tra felicoristi ed antifelicoristi, si è optato per annullare lo spettacolo per motivi di "opportunità" in quanto il testo è stato scritto dal responsabile della programmazione reo di avr regalato il testo dello spettacolo alla compagnia Il Demiurgo "senza percepire alcun compenso", ha sottolineato lo stesso Mazzarella. Una cosa non scandalosa di per sè. Capita che il direttore artistico di un festival metta in scena una propria opera all'interno della kermesse. Ma si tratta della Reggia. Ed ecco che la circostanza diventa lesa maestà ed allora "apriti cielo".

Dopo le polemiche è intervenuto anche il direttore della Reggia Mauro Felicori in un post al vetriolo. "Vincenzo Mazzarella è un bravissimo funzionario della Reggia, responsabile della programmazione artistica. Nell'imbastire la stagione all'Aperia in cui noi - è bene ricordarlo - siamo "solo" ospiti selettivi di progetti autofinanziati, ha commesso una ingenuità: ha accettato di mettere in calendario anche uno spettacolo basato su un suo testo, regalato peraltro alla compagnia. Prima di ogni polemica, e ancora in fase istruttoria, ho condiviso con Vincenzo che noi funzionari pubblici non dobbiamo solo essere impeccabili, ma dobbiamo anche sembrarlo, e che dunque la sua proposta, ancorché onesta, non fosse opportuna, anche per non rischiare polemiche e sospetti, che peraltro non sono infatti mancati". 

Poi il direttore affonda il colpo su una docente universitaria che ha aspramente criticato la scelta di inserire nel cartellone lo spettacolo di Mazzarella puntando l'indice su presunti "figli e figliastri" che a suo avviso si fanno nella gestione della Reggia. "Solo un commento sui miei e nostri detrattori: l'idea che (la docente nda) trasmetta agli studenti la sua protervia nel parlare senza sapere (l'esatto opposto di quello che si dovrebbe insegnare ai giovani) mi fa paura", chiosa Felicori.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento