Ospedale declassato, Magliocca in campo: "Al fianco dei sindaci"

Forza Italia attacca: "E' uno smacco" ma Graziano rassicura: "Miglioreremo il piano ospedaliero"

Il presidente della provincia Giorgio Magliocca

Sono durissime le reazioni di Forza Italia Maddaloni e del presidente della Provincia Giorgio Magliocca sul piano ospedaliero che prevede il declassamento del plesso calatino a mero Pronto Soccorso ma anche dell'ospedale Ave Gratia Plena di Piedimonte Matese che pure potrebbe subire una retrocessione.

"Sono al fianco delle amministrazioni di Maddaloni, Piedimonte Matese e di tutti i comuni dei due comprensori perché le loro battaglie per una sanità pubblica che non danneggi ulteriormente i cittadini non possono non essere anche le battaglie del Presidente della Provincia di Caserta - ha sottolineato Magliocca in una nota - I poteri di un amministratore provinciale in materia di programmazione sanitaria sono pari a zero, ma il dovere morale e politico di chi rappresenta un territorio, impone a noi tutti di abbracciare la croce e sposare la medesima battaglia di civiltà. Il rigore e l’equilibrio annunciati da De Luca - prosegue Magliocca - così come la tutela del diritto alla salute, a me paiono delle vere chimere per alcuni territori. Penso ad esempio, ai diversi comuni dell’area matesina, alle difficoltà di spostamento e collegamento per coloro che abitano queste comunità, ulteriormente penalizzati dalla dalla trasformazione delle due Unità Operative Complesse di Ortopedia e di Chirurgia generale attive presso l’Ospedale di Piedimonte Matese in Unità Operative Semplici a valenza Dipartimentale. Così, come, la stessa preoccupazione, seppur con motivazioni diverse, investe il nosocomio di Maddaloni per il quale si prevede la trasformazione in un semplice Pronto soccorso, con la conseguente riduzione di funzioni e servizi e la chiusura di intere unità operative. Ciò che mi ha sorpreso in negativo e spero di sbagliarmi è, fino ad oggi, un silenzio ufficiale e social dei diversi consiglieri regionali del centro-sinistra che in altre occasioni si sono stracciati le vesti per difendere esigenze anche meno importanti rispetto al diritto alla salute, o che hanno a più riprese esaltato le capacità gestionali del presidente della giunta regionale".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il coordinamento cittadino di Forza Italia di Maddaloni che ha sottolineato come il declassamento rappresenti "uno smacco – dichiara il coordinatore Giuseppe d'Alessandro – che questa città non merita e non può permettersi visto anche il ruolo centrale che l'ospedale occupa anche per l'intero territorio della Valle di Suessola. Non si può immaginare che il nostro ospedale, privato via via negli anni di reparti importanti, subisca letteralmente l'ennesimo scippo in termini di posti letto e di funzionalità in termini pratici. E' oltremodo vergognoso - prosegue - che questa nefandezza avvenga sotto gli occhi dei consiglieri regionali del Partito Democratico che, tra l'altro, ricoprono ruoli decisionali nell'ambito della stessa sanità campana. Questi personaggi usano la nostra città solo in occasione delle competizioni elettorali per raccogliere consensi e voti nelle urne per poi promettere in cambio una serie di bugie o di progetti che non vedranno mai la loro realizzazione. Come gruppo politico di Forza Italia, insieme con i consiglieri comunali Giuseppe Carfora e Giuseppe Magliocca, annunciamo – conclude l'architetto d'Alessandro - fin da ora il nostro appoggio incondizionato e la nostra vicinanza al sindaco Andrea De Filippo. Siamo pronti, inoltre, a sostenere questa amministrazione comunale per tutte le azioni che dovessero rendersi utili affinché l'ospedale di Maddaloni non venga declassificato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il presidente della Commissione Sanità Stefano Graziano ha spiegato come "La prossima settimana convocherò un tavolo tecnico per discutere del Piano Ospedaliero, a cui deve essere data attuazione entro dicembre 2019. C'è dunque tempo per apportare migliorie e modifiche, nonché per dare risposte alle perplessità di amministratori locali, operatori e cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento