Il Pd chiede le dimissioni in blocco di sindaco e maggioranza: "Il tempo dei selfie è finito"

De Filippo, Bove e company accerchiati sulla crisi rifiuti

Il segretario del Pd Maddaloni Alfonso Formato

La maggioranza guidata dal sindaco Andrea De Filippo 'accerchiata' sul caso rifiuti. Dopo il movimento Città di Idee anche il Partito democratico esce allo scoperto chiedendo ufficialmente le dimissioni. "Il tempo dei proclami e dei selfie è finito - si legge in una nota del partito guidato da Alfonso Formato - Ad oltre un anno dell’insediamento dell’amministrazione De Filippo, la città vive una condizione di paralisi peggiore rispetto a quella di dodici mesi fa. Maddaloni è più sporca di prima, i parchi cittadini sono ormai delle vere e proprie selve, nessun provvedimento è stato assunto per la gestione del traffico urbano, gli interventi di manutenzione alla rete idrica continuano a procedere a singhiozzo, le condizioni del cimitero sono indecorose. E potremmo proseguire per giorni nell’elencare tutti i disastri inanellati da questa maggioranza. Dove sono i segnalatori di buche? Dove sono i fotografi di cumuli di immondizia? Dove sono quelli che in campagna elettorale avevano promesso di lavorare per rendere Maddaloni una città “normale”? Seppelliti dai loro stessi fallimenti, i componenti della maggioranza prendano atto della loro inadeguatezza e consegnino il loro mandato nelle mani dei maddalonesi, che sono stanchi di vivere in una città dove anche l’ordinario è diventato impossibile".

“Nell’ordinanza con cui il sindaco facente funzione Luigi Bove ha obbligato i maddalonesi a tenersi in casa i sacchetti dell’umido – ha commentato il segretario del PD Alfonso Formato - c'è tutta l'inadeguatezza di questa amministrazione. Se non sono in grado di trovare un sito di stoccaggio momentaneo per sopperire ai giorni di difficoltà, se non sono in grado di garantire neanche l'ordinaria amministrazione, devono andare a casa. Altro che "amministrazione parte lesa", qui gli unici ad essere danneggiati sono i maddalonesi che pagano una delle tariffe TARI più alte d'Italia per uno disastro del genere”.

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

  • Un generale dei carabinieri nel Comune guidato dal commissario

Torna su
CasertaNews è in caricamento