Nuovi revisori, vecchi problemi. Parere positivo 'con riserva' sui conti del Comune

Il nuovo collegio lascia tanti dubbi sulla tenuta finanziaria dell'Ente al secondo dissesto

Si riparte da dove si era finito. Con un parere positivo ‘con riserva’ del nuovo collegio dei revisori dei conti che, a leggerlo bene, lascia più di qualche dubbio. Tant’è che i nuovi controllori delle finanze del Comune di Caserta (Giuseppe Fattopace, Donato Toriello ed Antonio Tardio) sottolineano “una indispensabile, improcrastinabile, urgente, attenta e rigorosa ricognizione dei residui effettuando un riaccertamento straordinario degli stessi che renda chiara e definitiva la situazione finanziaria dell’Ente e dei rapporti dello stesso con l’Osl” relativamente al riaccertamento ordinario dei residui dell'esercizio finanziario 2018.

Parole importanti quelle messe nero su bianco dal nuovo collegio che, in questi primi mesi di lavoro, aveva già portato la giunta guidata dal sindaco Carlo Marino a modificare, per ben due volte, le delibere dei bilanci che dovranno essere approvati in consiglio comunale. Perché ancora una volta i controllori del Comune sottolineano che c’è qualcosa nei bilanci che non torna, cosa che non appare molto normale in un Comune che viene da due dissesti finanziari consecutivi dove, come sottolineano i revisori, i residui (attivi e passivi) non sono stati completamente eliminati bensì trasferiti quasi totalmente all’Organismo Straordinario di Liquidazione, i cui componenti hanno già “espresso” (anche qui, nero su bianco) le proprie lamentele nei confronti del sindaco Marino per la “poca sussistenza” dei beni e delle somme messe a disposizione per pagare i creditori.

E qualche dubbio, al nuovo collegio dei revisori, resta anche sul Consuntivo 2017, sul quale c’è solo una “presa d’atto” dell’integrazione avvenuta con l’inserimento del conto economico e dello stato patrimoniale, ma “considerando il bilancio nella sua interezza - scrivono - questo collegio ritiene corretto rimettersi ai pareri già espressi dal precedente collegio” con due verbali del maggio 2018 e del febbraio 2019, dove venivano rilevate criticità sul fondo di accantonamento (minore rispetto alla percentuale minima prevista dalla legge) ed altri dubbi sulla tenuta finanziaria dell’Ente. Ora si attende il parere del collegio sul Consuntivo 2019 e bilancio di previsione 2019, prima di poter andare in consiglio comunale per la votazione definitiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

Torna su
CasertaNews è in caricamento