Paline degli autobus illegali, scoppia il caso abusivi

La denuncia dei consiglieri di Città di Idee e Maddaloni Positiva: “Regolarizzare il sistema pubblicità”

Una delle paline abusive

“Il sistema della pubblicità è in mano agli abusivi, ognuno si sveglia la mattina e fa quello che vuole e quei pochi che pagano le tasse non sono tutelati”. Inizia cosi la nota congiunta di Città di Idee e Maddaloni Positiva, le liste presenti in consiglio comunale con Edo Tontoli, Domenico Reitano e Angelo Tenneriello, in merito a delle installazioni di palinebus avvenute negli ultimi giorni a Maddaloni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nello scorso fine settimana, sono state montate diverse palinebus e solo oggi l’amministrazione è intervenuta, attraverso una richiesta del vice sindaco Luigi Bove, chiedendo l’intervento degli uffici preposti e dei vigili urbani - accusano i consiglieri di opposizione - Basta avvicinarsi alle paline per capire che sono abusive, non c’è nessun numero di autorizzazione esposto. Ma quando si regolamenterà tutto facendo un censimento degli impianti pubblicitari esistenti autorizzati e quanti e quali si possono autorizzare? Sono mesi che solleviamo il problema, ma l’amministrazione comunale non agisce. A pensar male si fa peccato, ma vien da pensare che forse c’è interesse a chiudere un occhio”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Caserta usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sequestrata azienda di giardinaggio: alberi uccisi dal punterolo rosso bruciati in un terreno | FOTO

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Il pentito: "Carmine Schiavone voleva eliminare gli ultimi rappresentanti dei Bidognetti"

  • Aumentano di nuovo i contagi da coronavirus nel casertano

  • Nervi tesissimi tra cancellieri ed avvocati. La Camera Penale: "Accuse false contro la nostra categoria"

Torna su
CasertaNews è in caricamento