"Non vi paghiamo, andiamo in dissesto". E' guerra tra Comune e Provincia

Affidato incarico ad un avvocato per presentare ricorso

La Provincia di Caserta, negli ultimi giorni del 2018, ha notificato a tutti i Comuni della Provincia, il pagamento, attraverso un’ordinanza ingiuntiva, delle quote di competenza provinciale in materia di Tarsu/Tia per gli anni 2010, 2011 e 2012. Al Comune di Cesa è stato chiesto di pagare 408mila euro (entro 30 giorni) ma il sindaco Enzo Guida non ci sta e sottolinea che “i soldi non ci sono, se paghiamo portiamo l’Ente al dissesto”. E quindi ecco il ricorso presentato ad una richiesta “indebita ed illegittima”. La difesa del Comune di Cesa è stata affidata all’avvocato Giuseppe Gentile, il cui compenso sarà di 2mila euro (oltre Iva).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

  • Il narcos casertano si pente e fa tremare la 'Ndrangheta

  • "Ora comando io, paga o ti blocco i carri". Arrestati 2 estorsori

Torna su
CasertaNews è in caricamento