Stop 'parziale' ai botti per Capodanno, firmata in extremis l'ordinanza

De Cristofaro risponde all'appello del consigliere Palmiero: ecco il provvedimento per i fuochi d'artificio

Una ordinanza ‘fotocopia’ per vietare l’utilizzo dei fuochi d’artificio in zone pericolose. Il sindaco di Aversa Enrico de Cristofaro prende spunto dal provvedimento del collega di Caserta Carlo Marino e firma in extremis, il 31 dicembre, l’ordinanza per vietare l’utilizzo dei botti.

Una risposta anche all’appello del consigliere comunale di ‘Noi Aversani’ Carmine Palmiero, che aveva chiesto al primo cittadino di emanare un’ordinanza per vietare i fuochi. Il provvedimento del Comune vieta in particolare l’utilizzo dei fuochi d’artificio “di qualsiasi categoria, specie e tipo ad una distanza inferiore a 150 metri da ospedali, case di cura e di riposo, ricoveri zootecnici per la tutela degli animali”. Niente botti anche in prossimità di “cassonetti di raccolta rifiuti, aree di deposito rifiuti, in presenza di sostanze e depositi di materiale infiammabile, scuole, manifestazioni, spettacoli e trattenimenti in aree pubbliche”. Divieto di utilizzo dei botti inoltre “in luoghi pubblici, luoghi privati aperti al pubblico, in luoghi privati laddove possono verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici sui luoghi pubblici o privati appartenenti a terzi non consenzienti”.

È invece consentito fino alle 3 di notte del 1 gennaio, nel rispetto delle prescrizioni e delle distanze di sicurezza evidenziata dal provvedimento, l’utilizzo di articolo pirotecnici di categoria F1, F2 ed F3 (quest’ultimo solo se maggiorenni e in possesso del porto d’armi o del nulla osta del Questore).

La violazione dell’ordinanza comporterà una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casalesi in Veneto, i figli pentiti dei boss testimoni con Zaia e Lamorgese

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

Torna su
CasertaNews è in caricamento