Nuova Tac e infermieri, arrivano i rinforzi per l'ospedale

Primi effetti della 'promozione' a Dea di primo livello

Ancora una buona notizia per l’ospedale ‘San Rocco’ di Sessa Aurunca. Dopo esser stato ‘promosso’ a Dea di primo livello con il nuovo Piano ospedaliero regionale, il nosocomio sessano vedrò entro aprile prossimo l’installazione di una nuova Tac ’64 slice’. Entro una decina di giorni inizieranno infatti i lavori di rimozione dell’attuale macchinario, una vecchia ’16 slice’ che sarà sostituita provvisoriamente da una Tac “sostitutiva” da installare su un autocarro nel parcheggio laterale del pronto soccorso, in attesa dei lavori di installazione definitiva del nuovo strumento diagnostico.

Novità importanti anche per quanto riguarda il personale, già da gennaio hanno preso servizio 3 nuovi infermieri al pronto soccorso, mentre un quarto prenderà servizio entro il 16 febbraio prossimo. È previsto inoltre il reclutamento di altre 3 cardiologi.

Da due settimane sono invece iniziati i lavori di adeguamento antincendio che interessano tutti i reparti di degenza per ottemperare gli obblighi giuridici, mentre da venerdì sarà disponibile per medici e pazienti anche un nuovo apparecchio radiografico nel servizio di Radiologia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Scenata di gelosia al ristorante, torna libero il nipote del boss

  • Cronaca

    Omicidio Zeppetella: Zagaria comparirà in aula

  • Cronaca

    Incendio nella braceria vicino all'ospedale

  • Attualità

    Fiori sulla tomba dell'ufficiale nazista, l'avvocato: "Siamo alla follia"

I più letti della settimana

  • Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

  • La tragedia di Pasquetta: è morto il medico Zinzaro

  • Poker online e scommesse illegali: 80mila euro nella cassa del clan

  • Vola dal balcone, muore sul colpo

  • Imprenditore dei Casalesi al servizio dei Piccolo, Buttone: "Volevo ucciderlo"

  • Ha ospitato il boss latitante per un debito nella "bisca dei vip"

Torna su
CasertaNews è in caricamento