Nubifragio a Sessa Aurunca, il caso arriva in Regione dopo il blitz tra i residenti

L’alluvione sarebbe riconducibile alla mancata pulizia dei versanti del Rio Travata

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha protocollato un'interrogazione indirizzata all’Assessore regionale al Governo del Territorio, Bruno Discepolo, avente ad oggetto “Straripamento dei corsi d’acqua in località Casamare di Sessa Aurunca”.

L'interrogazione accoglie le sollecitazioni mosse al consigliere Zinzi da un gruppo di residenti incontrati sabato tra Sessa Aurunca e Cellole e muove dagli ingenti danni nelle aree abitate della frazione Casamare, causati dagli eventi atmosferici che hanno interessato il nostro territorio nei giorni scorsi.

Secondo le prime ricostruzioni dei tecnici l’alluvione sarebbe riconducibile alla mancata pulizia dei versanti del Rio Travata, nonché della mancata rimozione dei detriti che avrebbe influito in modo decisivo sul funzionamento idraulico di un suo affluente: il Canale Acquaviva, di competenza del Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dalle parole – ha dichiarato Zinzi - siamo passati ai fatti. Quando alcuni cittadini mi hanno mostrato le foto del disastro ho promesso che, con i mezzi a mia disposizione, avrei portato la questione in Regione Campania. I residenti hanno il diritto di sapere cos’è accaduto e di chi sono le responsabilità per evitare in futuro che episodi simili possano ripetersi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento