Multe col ‘targa system’, scatta l’esposto in Procura ed alla Corte dei Conti

Segnalate alcune irregolarità nella gestione della nuova apparecchiatura

Un esposto per segnalare criticità ed irregolarità nella gestione delle violazioni al codice della strada effettuate tramite telecamere e con la strumentazione del ‘Targa System’ a Mondragone. La segnalazione ha come destinatari, tra gli altri, la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, la Corte dei Conti ed anche gli uffici del Ministero dell’Interno. Secondo quanto messo nero su bianco l’irregolarità più eclatante sarebbe quella di utilizzare le telecamere dell’impianto di videosorveglianza per accertare le violazioni senza che le stesse siano presidiate dai vigili urbani. Ipotesi, questa, che sarebbe vietata dall’obbligo di contestazione immediata e soprattutto dal fatto che la strumentazione utilizzata non sarebbe “omologata per catturare immagini o accertare infrazioni in modalità differita”. Inoltre il ‘targa system’ è un apparecchio che dovrebbe rappresentare “un ausilio alla pattuglia su strada e comunque non risulta aver ottenuto l’omologazione o l’approvazione specifica per il rilevamento delle violazioni da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per funzionare senza la presenza sul posto degli operatori di polizia stradale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento