Rifiuti abbandonati in strada, il sindaco annuncia multe salatissime | LE FOTO

Il primo cittadino mette nel mirino i residenti del Parco Emini

I rifiuti sversati in strada non rispettando il calendario della differenziata

Nonostante la raccolta quotidiana dell’immondizia a San Marcellino ci sono alcuni cittadini del Parco Emini che proprio non ne vogliono sapere di fare la raccolta differenziata. Molto più semplice prendere i sacchetti, mescolare tutto e poi buttarli in ogni angolo della strada. Sì perché lasciandoli fuori le proprie abitazioni sarebbe rischioso: ci sono multe, molto salate, per chi non rispetta il calendario della differenziata.

Questi sacchetti sversati ‘illegalmente’ hanno mandato su tutte le furie il sindaco Anacleto Colombiano che si è scagliato contro questi incivili chiedendo aiuto a chi invece vuole cambiare la città: “Penso che alcuni abitanti del Parco Emini abbiano un cattivo rapporto con i rifiuti. In pratica in alcuni di loro manca proprio il senso civico. Devo ammettere, purtroppo, che malgrado il mio impegno nel tentativo di sollecitare i cittadini ad assumere un comportamento più rispettoso verso il proprio paese, non si riesce a trovare una soluzione. Stamane nel ‘Parco Emini’ si è, per l’ennesima volta, riscontrato il mancato rispetto del calendario della raccolta differenziata. Gli operatori ecologici hanno trovato spazzatura di ogni tipo per i viali, dai solidi urbani all’indifferenziata passando tra gli ingombranti. Ahimè, penso che questa volta saremo molto più duri nelle sanzioni. Per il momento chiedo, a chi come me tiene a cuore che la raccolta differenziata raggiunga percentuali importanti, di segnalare qualsiasi tipo di comportamento errato da parte della popolazione. Se vedete eventuali irregolarità come ad esempio qualcuno che abbandoni i rifiuti vi chiedo un favore: segnalatelo. Anche semplicemente attraverso Whatsapp, Messanger oppure chiamando i Vigili Urbani. Penso che questo possa essere un gesto correttissimo ed educativo: serve a fare aumentare il senso civico a quei compaesani che si rifiutano di rispettare le regole. Dai piccoli gesti possiamo cambiare la nostra San Marcellino”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento