Multe alle auto ‘straniere’, il Comune si arrende e si affida ai privati

Cercherà così di intascare i soldi provenienti dalle circa 3mila violazioni accertate nel 2018

Sarà affidato in via sperimentale alla società privata ‘Nivi Credit srl’ l’incarico di gestire tutte le pratiche finalizzate alla notifica e alla successiva riscossione crediti derivanti dalle multe effettuate dalla polizia municipale ai veicoli con targa straniera o noleggiati a conducenti stranieri.

È quanto viene evidenziato in una determina firmata dal dirigente del Comune di Caserta Giovanni Natale nei giorni scorsi. Una mossa, quella di dare in outsourcing il servizio per i prossimi due anni, dettata dalle difficoltà in cui sta incappando il locale comando di polizia municipale: problemi che derivano dall’assenza di una banca dati europea delle forze di polizia stradale, che impedisce di “acquisire i dati di identificazione dei detentori dei veicoli se non attraverso procedure, per la maggior parte cartacee, che comportano un continuo impiego di risorse umane, peraltro non sempre disponibili, oltre ad un notevole dispendio di tempo che distoglie gli operatori delle preminenti esigenze di presenza costante sul territorio e la necessità di trattare l’iter sanzionatorio nelle lingue dei paesi di appartenenza dei trasgressori”.

Soldi che farebbero comodo al Comune, in dissesto economico. Soltanto nel 2018 sono state accertate infatti circa 3000 violazioni al Codice della Strada commesse da utenti con veicoli con targa straniera. Il Comune ha quindi incaricato la società ‘Nivi Credit srl’, che fornisce questo tipo di servizi anche in città come Milano e Venezia, di gestire l’intero processo di notifica dei verbali di accertamento. Un servizio per il quale il Comune ha assunto una spesa iniziale di 10mila euro per fare fronte alle prime fatturazioni che saranno effettuate dalla società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento