Il Comune a caccia di 5mila evasori dell'acqua

C'è un buco di oltre 1,2 milioni di euro nelle casse dell'Ente

Il numero dei morosi è emerso dopo i controlli del Comune

Arrivano brutte notizie per i cittadini che non hanno pagato le bollette dell'acqua a Maddaloni.

I controlli effettuati dall'ufficio tributi del Comune, sui dati informatici forniti dalla Iap (ditta responsabile del servizio di riscossione dei canoni idrici fin quando non è fallita nel 2016) hanno portato alla luce ben 5931 utenti morosi nell'anno 2014.

La somma da recuperare è di oltre 1,2 milioni di euro e il Comune provvederà entro il 31 dicembre di quest'anno ad inviare ai morosi un sollecito di pagamento urgente per evitare la prescrizione del credito.

A tal proposito è stato affidato alla Dedagroup Services, attraverso la determina firmata da Filomena Cardone e Giacomo De Angelis, rispettivamente responsabili dell'ufficio tributi e dell'ufficio ruolo acqua, il compito di elaborare ed inviare a mezzo posta i solleciti di pagamento. Tale affidamento costerà all'Ente poco più di 31mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Muore ragazzino di 12 anni dopo essere stato investito in bici

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento