Insulti e minacce sui social, il sottosegretario incontra sindaco e dirigenti scolastici

De Cristofaro ricevuto da Alfonso Golia che è stato subissato di improperi

L'incontro in Comune col sottosegretario Giuseppe De Cristofaro

“In una società iperconnessa la scuola deve sostenere nuovi modelli formativi in grado di supportare i giovani nel discernimento delle informazioni, di prepararli alle insidie della rete ma soprattutto ricordare, sempre, che il virtuale non deve mai sostituirsi alla realtà”. Lo ha detto il sindaco di Aversa, Alfonso Golia, nel corso dell’incontro pubblico, svolto nell’aula consiliare del comune normanno, con il sottosegretario alla Pubblica istruzione Giuseppe De Cristofaro.

Un momento di confronto organizzato dopo le minacce e gli insulti ricevuti dal sindaco sui social per non aver chiuso le scuole in occasione delle allerte meteo. Ad aprire i lavori del convegno il Presidente del Consiglio comunale, Carmine Palmiero, che ha annunciato di voler portare in consiglio comunale una proposta di sottoscrizione del Manifesto “Parole Ostili”. “Si tratta di un progetto sociale di sensibilizzazione - ha detto - contro la violenza delle parole. Si tratta di un impegno spontaneo e personale preso da politici e amministratori locali affinché il dibattito sia concentrato su contenuti e idee orientati al bene comune, attraverso un linguaggio rispettoso e non ostile, evitando che la rete possa diventare una zona franca dove tutto è permesso ed educando, al contempo, le community di riferimento alla responsabilità. È un impegno a un uso corretto dei toni e dello stile da adottare durante i confronti e i dibattiti con gli avversari, siano essi online oppure offline”.

L'assessore alla Pubblica istruzione Ciro Tarantino ha commentato: "Una giornata utile per il bene della città. Venerdì abbiamo rappresentato al Sottosegretario, insieme a molti dirigenti scolastici, le criticità croniche del sistema scolastico del comprensorio aversano e le eccellenze dell'offerta formativa che la passione di docenti e studenti permette di avere pure in un contesto così difficile. È stato il primo momento di un confronto col ministero che, come concordato col sottosegretario, sarà continuo, per ridare centralità culturale alle nostre scuole, baluardo di democrazia".

“L’incontro con il sottosegretario - ha dichiarato l'assessore Melillo - è stato pragmatico e costruttivo. È stata anche un’importante occasione per conoscere più da vicino i dirigenti e il difficile lavoro che essi portano avanti in situazioni davvero complesse e di intessere nuovi rapporti di collaborazione nell’ambito della cultura e del turismo".

Prima della conferenza pubblica c’è stato un momento di confronto tra sottosegretario, amministratori comunali e dirigenti scolastici. Al centro del dibattito le criticità degli istituti, con particolare riferimento all’edilizia scolastica, il dimensionamento della rete scolastica e la programmazione dell’offerta formativa; l’assistenza agli alunni con disabilità; la continuità e la sostenibilità economica degli asili attraverso i fondi ministeriali. Il sottosegretario consapevole delle situazioni di criticità delle scuole aversane - non dissimili da quelle delle altre scuole della nostra Regione- ha manifestato la volontà di aprire un confronto permanente che possa aiutare ad affrontare le criticità rappresentate dai dirigenti scolastici, nell’ottica di un rapporto interistituzionale e delle rispettive competenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

Torna su
CasertaNews è in caricamento