Alunni senza mensa e scuolabus, bordate contro il sindaco

Le consigliere di 'Casagiove nel cuore': "Ci si preoccupa solo delle poltrone"

Barattini, Russo e De Lellis

“L’unica preoccupazione che toglie il sonno al sindaco Corsale e ai suoi due soci di maggioranza dopo il capolavoro amministrativo messo in scena per Artestate, è la scelta di chi dovrà sostituire in giunta l’ex assessore Ianniello. Ci si preoccupa della poltrona e non ci sembra che contestualmente all’interno della maggioranza si sia aperta una riflessione critica sulle motivazioni che hanno indotto Ianniello a rimettere le deleghe”.

È quanto dichiarano i consiglieri comunali del gruppo ‘Casagiove nel Cuore’ Marianna Barattini, Rossella Russo e Loredana De Lellis, attaccando così la giunta del sindaco Roberto Corsale. Il primo cittadino e la sua gestione finiscono nel mirino però anche per altri due temi: la mensa e il trasporto scolastico.

“Molte famiglie – è l’accusa delle consigliere -stanno pensando di trasferire in istituti privati i loro figli. Loro pensano all’assessorato mentre, considerati i tempi per l’avvio delle procedure di gara, verifiche, possibili ricorsi come negli anni passati, se tutto va bene possiamo ipotizzare che la mensa partirà non prima di dicembre. Siamo di fronte all’ennesima dimostrazione di incapacità amministrativa. Eppure – hanno commentato le tre consigliere - se spulciamo il bilancio comunale possiamo vedere che sul capitolo di spesa per la mensa ci sono circa 32.000 euro disponibili, quindi uno stanziamento idoneo a coprire più del 90% del servizio. Si tenga conto che negli anni passati la base d’asta della gara è stata pressappoco di 33.000 euro oltre iva. Ma nonostante la disponibilità di bilancio, la gara per la mensa scolastica ancora non è stata pubblicata”.

L’altro punto dolente è appunto il trasporto scolastico. “Appena un anno fa – ricordano Barattini, Russo e De Lellis - il nostro sindaco, che usa la fascia solo per sfilare, a tal proposito dichiarava alla stampa «è questo un altro punto programmatico che è reso concreto da parte dell’Amministrazione Comunale, tanto da essere stato inserito anche nel bilancio sociale del 2017. Questo significa che ciò che stiamo decidendo si concretizza». A distanza di un solo anno, è scomparso totalmente ogni annuncio sul servizio e nessuno, sindaco o assessore, ne parla; sul bilancio comunale sembra che non ci siano fondi disponibili, con la conseguenza che il trasporto pubblico degli alunni dell’infanzia e della scuola primaria è stato messo nel dimenticatoio, tutto ciò alla faccia dell’annuncio che il Sindaco mantiene fede alle promesse”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento