La mensa parte dopo la diffida: affidato l'appalto dal Comune

Pasti a scuola nel giro di una settimana. Resistenza Democratica: "Commissione non a norma"

Il sindaco Virgilio Pacifico

Lo scalpore del mancato inizio della refezione scolastica nel Comune di Mondragone ha cominciato a fare i suoi primi proseliti. Il movimento politico “Resistenza Democratica” si dichiara “solidale con la scelta di alcuni cittadini che hanno denunciato mediante diffida al Comune di Mondragone, delle irregolarità nell’assegnazione della gara concernente il servizio di refezione affidata ad una commissione giudicatrice non nominata nel rispetto della Legge sul Codice sugli Appalti e le linee guida dettate dall’ANAC”. 

Difatti la Commissione avrebbe dovuto prevedere nella sua composizione figure professionali con competenze ed esperienze relative al campo di interesse quali un tecnologo alimentare, un biologo nutrizionista, un dietista, un medico veterinario. “La valutazione delle proposte per la refezione scolastica nella nostra città – si legge in una nota del movimento – è stata invece fatta da una commissione composta da un ingegnere (presidente), un geometra (componente) ed una dottoressa (componente e segretario verbalizzante). In pratica da figure professionali senza alcuna competenza nella materia di interesse”. ‘Resistenza Democratica’ “non può che condividere il dissenso e le preoccupazioni dei cittadini che si stanno muovendo contro questa violazione prodotta dal Governo locale. In gioco c’è il diritto dei nostri bambini ad usufruire di una mensa aderente agli standard previsti dalla legge. Crediamo che sia giunto il momento di dare centralità a questo diritto e di sfruttare l’offerta attraverso una gestione virtuosa, realizzata con l’impiego delle competenze necessarie e dei criteri giusti”.

Intanto l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Virgilio Pacifico, proprio in queste ore, ha annunciato che la mensa partirà nel volger di una settimana. “A margine dell’espletazione delle verifiche per il possesso dei requisiti di ordine generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario dichiarati dall’impresa aggiudicataria - si legge in una nota - rilevando l’insussistenza di motivi ostativi per rendere efficace l’aggiudicazione provvisoriamente già disposta e tenendo conto del fatto che l’affidamento materiale del servizio all’impresa aggiudicataria verrà effettati mediante apposita comunicazione a firma del responsabile dell’area del Comune di Mondragone, con determinazione n. 1506 del 2 ottobre, viene aggiudicato il “servizio di refezione scolastica per gli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia e primarie del Comune di Mondragone”, a seguito dell’espletamento della gara del settembre scorso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Bollo auto, quando pagarlo e come ottenere la riduzione nel 2020

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento