Medico licenziato dall'ospedale, il giudice boccia il ricorso

Il dottore aveva impugnato il provvedimento

Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha confermato la correttezza dell’operato dell’Azienda Ospedaliera di Caserta “Sant’Anna e San Sebastiano” in merito al licenziamento di un dirigente medico, direttore di struttura complessa.

Il giudice Fabiana Iorio ha infatti rigettato il ricorso per impugnativa proposto da G.S., medico all’epoca in servizio presso il nosocomio casertano, che circa un anno fa per una vicenda di malpractice fu oggetto di una delibera di licenziamento firmata dal direttore generale Mario Nicola Vittorio Ferrante.

“Il provvedimento del Tribunale – dichiarano gli avvocati Felice e Maria Laura Laudadio, che hanno rappresentato l’Aorn casertana in sede giudiziaria – attesta la correttezza piena della decisione dell’Azienda, ponendo in risalto la necessità ineludibile per tutti i dirigenti medici, ed ancor più per i direttori di struttura complessa, di attenersi scrupolosamente agli obblighi di corretta compilazione della documentazione sanitaria, di tutoraggio degli specializzandi, di attuazione dei protocolli aziendali conformi alle linee guida e buone pratiche”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni

    SPECIALE ELEZIONI Tutti gli aggiornamenti in diretta sui risultati del voto

  • Elezioni

    SPECIALE ELEZIONI EUROPEE Allungano i 5 Stelle in Campania, il Pd stacca la Lega

  • Incidenti stradali

    Paura in autostrada, auto prende fuoco sull'A1 | FOTO

  • Cronaca

    Ex maestra trovata morta con una ferita alla testa: è giallo

I più letti della settimana

  • Trovato cadavere in decomposizione alle spalle dell'hotel

  • Avvocato precipita dal ponte e muore

  • Vanno da una 25enne per fare sesso e vengono rapinati: 3 arresti

  • Tradito da 2 amici li fa indagare: gli stavano togliendo tutti i beni

  • Trovato senza vita nel garage di casa

  • Blitz dei Nas in pasticceria: sequestrati biscotti

Torna su
CasertaNews è in caricamento