Dalle accuse violente alla pace: il sindaco incontra il 18enne che aveva definito “delinquente leghista” | FOTO

Stretta di mano in Comune tra Carlo Marino e Filippo Maturi, rappresentante degli studenti del liceo Diaz

Filippo Maturi ed il sindaco Carlo Marino

Dalle violente accuse alla pace siglata da una stretta di mano ed una foto postata sui social network. E’ tornato il sereno tra il sindaco di Caserta Carlo Marino ed il rappresentante degli studenti del liceo Diaz del Capoluogo Filippo Maturi.

Martedì sera, nell’ufficio del sindaco in Comune, c’è stato un incontro chiarificatore ad una settimana di distanza dalla violenta polemica accesa proprio dal primo cittadino che aveva definito Maturi un “delinquente leghista” che, a suo dire, stava strumentalizzando l’incidente in cui era rimasta coinvolta la sua compagna d’istituto, Federica, in via Gallicola per questioni politiche.

Così, dopo il corteo degli studenti andato in scena lunedì, per chiedere interventi dell’amministrazione comunale per coprire le tantissime buche presenti in città, dopo 24 ore è arrivato anche il disgelo tra sindaco e Maturi. Quest’ultimo ha poi commentato soddisfatto l’incontro in Comune con Marino con un post sulla pagina Facebook.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento