‘Le Ragioni di un Fallimento’, contro-manifesto di Campania Libera

Bosco e compagni accusano Sarogni di incompetenza, promesse e occasioni perse

Luigi Bosco, consigliere regionale di Campania Libera

Avevano annunciato – al momento di affiggere il primo manifesto – che non sarebbe stata quella una occasione isolate, bensì avrebbero prodotto altre testimonianze a supporto della mancata approvazione del bilancio che, poi, ha scatenato l’interruzione dell’azione amministrativa del sindaco di Casapulla Michele Sarogni.

E così stamattina le bacheche adibite alla pubblica informazione delle strade di Casapulla sono state tappezzate con un altro murale redatto da Campania Libera. Bosco e compagni questa volta pongono l’accento sulla mancata utilizzazione del fondo di cassa di un milione circa da destinare alle opere pubbliche e le occasioni sprecate in ottica finanziamenti della Regione Campania per la mancata collaborazione ‘gomito a gomito’ con il rappresentante cittadino di stanza a Palazzo Santa Lucia.

"L’avanzo di amministrazione – si legge – trovato nel maggio del 2014 poteva essere utilizzato esclusivamente per opere pubbliche. Sotto questo aspetto il sindaco Sarogni si è preoccupato unicamente di convincere il consiglio comunale a votare la delibera con la quale si impegnava all’acquisto della Traversa San Luca per la somma di 170mila euro. Perché – si domandano Bosco e compagni – non ci si è affannati fin da allora a riqualificare la zona di Via Baccaro? Con una cifra simile in cassa si poteva tranquillamente finanziare la progettazione di Piazza Stroffolini, il cavalcavia sull’autostrada ed altre opere. Inoltre l’amministrazione di Casapulla si è contraddistinta solo per una lunga serie di occasioni perse come la Notte Bianca, le giostrine nella villa comunale, il progetto Benessere Giovani, tutte richieste presentate alla Regione Campania in maniera imperfetta o difforme rispetto alla normativa".

Il manifesto si conclude col riportare una riflessione di un cittadino che giorni fa affermava che ‘l’esborso economico per la presenza di un Commissario Prefettizio a Casapulla è di gran lunga inferiore alle indennità di Sindaco e assessori e dando appuntamento alla prossima esposizione delle ragioni di un fallimento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento