'Rissa in tv' sulla mafia nigeriana nel casertano

Scontro dai toni durissimi tra l'europarlamentare Picierno e il giornalista Meluzzi

Scontro durissimo sulla questione della mafia nigeriana tra l’europarlamentare Pd casertana Pina Picierno e il giornalista Alessandro Meluzzi. Ospiti della trasmissione ‘Stasera Italia’ su Rete 4, i due hanno dibattuto con toni asprissimi sulla questione dei clan a Castel Volturno, dopo che nelle scorse settimane aveva fatto rumore l’indagine dell’Fbi su un presunto traffico di organi gestito dagli africani nella città del litorale domizio.

“Un boss mafioso – ha spiegato Meluzzi – mi ha raccontato che oramai a Castel Volturno se il clan dei Casalesi facesse una guerra contro la mafia nigeriana la perderebbe”. Alle polemiche della Picierno sull’assenza del ministro Salvini dalla città del litorale, il giornalista ha quindi ribadito che “a Castel Volturno bisognerà andarci perché è un bubbone che sta esplodendo. Mi stupisco – è stata poi la stoccata - che eroi della lotta antimafia come Roberto Saviano e don Ciotti non si occupano di una mafia nigeriana che è tra le più potenti del pianeta, che si occupa del traffico di droga, armi e di migranti”.

Parole che hanno provocato la reazione dell’eurodeputata casertana: “L’argomento Castel Volturno è utilizzato in maniera demagogica. I primi a organizzare una marcia contro la camorra sono stati gli immigrati. Io vivo in quella terra e l’organizzazione ‘Libera’ è presente il ‘Comitato don Peppe Diana’, dove ha dei volontari straordinari. Saviano più volte se n’è occupato, basta raccontare falsità. Salvini, invece, a Castel Volturno non si è visto perché lì c’è un problema serio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento