Regionali 2020. L'ex assessore Corvino: "Non mi candido"

Rotti gli indugi in occasione di una riunione dell'associazione 'Angeli'

L'ex assessore Maddalena Corvino

"Non è mia intenzione candidarmi alle elezioni regionali 2020. Riparto da dove sono partita, ovvero dalla mia associazione 'Angeli', con maggiore impegno e professionalità". Così l'ex assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Caserta, Maddalena Corvino, ha messo completamente a tacere tutti i rumors che l'avrebbero vista scendere in campo alla tornata elettorale per il rinnovo del consiglio regionale della Campania. 

Nonostante le tante proposte ricevute dalla Corvino, l'ex assessore ha rotto gli indugi e lo ha voluto fare in occasione di una riunione, presso l'Hotel Europa a Caserta, dell'associazione 'Angeli' da lei presieduta, una onlus nata nel 2009 in memoria del fratello Antonio Corvino passato a miglior vita.

E a proposito dell'associazione 'Angeli', giovedì 20 febbraio si terrà l'inaugurazione della nuova sede al rione Tescione di Caserta, alla quale parteciperanno anche gli iscritti alle altre associazioni del territorio, diverse insegnanti e chiunque vorrà aderire ai progetti nel sociale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ritorno con piacere a lavorare nella mia associazione coordinandomi con altre associazioni che vogliono collaborare per far in modo che il volontariato sia parte integrante del sociale e possa essere da supporto alle sue carenze", ha sottolineato Maddalena Corvino, che poi ha voluto ricordare la sua esperienza al Comune di Caserta non esitando di certo a mandare qualche frecciatina all'amministrazione targata Carlo Marino. "L'esperienza di assessore - ha concluso - è stata bella, ho dato tanto e al contempo ho imparato tanto. Non esiste né rancore né rammarico, ma quando ci sono differenze comportamentali, di rispetto e della gestione della cosa pubblica, è meglio separarsi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

Torna su
CasertaNews è in caricamento