Arnaldo, 9 anni, scrive al sindaco: “Cancella le scritte dal Belvedere di San Leucio”

Nelle parole del bambino un amore per la città che tanti ‘grandi’ dimostrano di non avere

Il Belvedere di San Leucio

Arnaldo ha appena 9 anni, ma il suo amore per Caserta è maggiore di quanto dimostrano tantissimi “grandi” che incontriamo quotidianamente. Ed ha talmente a cuore la ‘sua città’ che ha deciso di scrivere una lettera al sindaco del Capoluogo Carlo Marino per chiedergli di intervenire per ripristinare un po’ di decoro al Belvedere di San Leucio. Le righe di Arnaldo (che la mamma ha postato nel gruppo di Facebook ‘Ciò che vedo in città’) rappresenta la dimostrazione che il futuro può essere migliore, se solo riuscissimo ad avere gli occhi innamorati che ha questo bambino di 9 anni per il ‘bene comune’.

LA LETTERA. "Caro Sindaco Marino, mi chiamo Arnaldo, ho 9 anni e sono un alunno casertano dell’Istituto Comprensivo “Ruggiero- 3°Circolo”. Un po’ di giorni fa sono andato a fare una passeggiata al Belvedere di S.Leucio che è un posto molto bello e a cui sono tanto affezionato. Purtroppo, quando sono sceso a piedi dalle scale centrali ho notato che c’erano stati atti di vandalismo e cioè avevano scritto delle parolacce con gli spray su alcuni muri, avevano sfondato delle porte e finestre. In altri punti c’erano tanti rifiuti abbandonati. In quei giorni avevamo studiato a scuola la tutela dei patrimoni paesaggistici e culturali: ho imparato che noi cittadini dobbiamo proteggerli e segnalare quando le cose non vanno bene. Le auguro di poter sistemare tutto molto presto e di lavorare sempre con serenità per noi casertani. Un grande saluto. Arnaldo".

LA RISPOSTA DEL SINDACO. Caro Arnaldo, innanzitutto ti ringrazio per il tuo straordinario messaggio, che dà a noi tutti l'occasione per ricordare che il futuro è prossimo e che voi siete il nostro presente. Mi auguro che tu possa tornare a visitare, con mamma, papà e i tuoi fratelli il Belvedere di San Leucio durante il prossimo 8 marzo, giorno in cui nella circostanza della Giornata internazionale della donna, abbiamo deciso l'ingresso gratuito per le donne.

Ho già dato disposizione di provvedere ad una bonifica della zona che così tanto negativamente ti ha colpito, vandalizzata con azioni incivili che noi tutti dobbiamo deprecare, ma voglio raccontarti anche un'altra cosa. Proprio quell'area, in virtù della nostra capacità di attirare i finanziamenti della Comunità Europea, sarà totalmente riqualificata: lo saranno lo Scalone monumentale, le Stalle Reali, i Giardini adiacenti. Il tutto diventerà un Centro di una serie di servizi a sostegno della valorizzazione del Belvedere di San Leucio e della utopia di Ferdinando IV.
Lì ci sarà un bookshop e la sede delle guide, da lì partiranno le visite guidate, lì sarà creato un centro di accoglienza turistica. Quello non sarà più il luogo delle brutture e delle scritte dei vandali, ma tornerà ad essere il luogo della bellezza ideato da Ferdinando e Carolina.

Fin da ora, infine, ti invito in Comune con i tuoi familiari: in quella occasione vorrò donarti una copia dello Statuto che regolò la vita della comunità di San Leucio. Grazie ancora. Il sindaco Carlo Marino"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento