Rottura col sindaco, i consiglieri della Lega: "Petrella sulla scia del passato"

Daria e D'Ausilio: "L'esordio non ci è piaciuto affatto"

Cristina D’Ausilio e Giuseppe Daria

Annunciando una conferenza stampa per la tarda mattinata di martedì 2 luglio a Castel Volturno, i consiglieri comunali della Lega, di concerto con il coordinatore provinciale del partito Salvatore Mastroianni, hanno già annunciato la loro posizione: “È inutile nascondere che l’esordio politico del sindaco Luigi Petrella non ci piace affatto”.

Chiaro il giudizio dei consiglieri comunali della Lega Giuseppe Daria e Cristina D’Ausilio sulle scelte che il sindaco ha inteso adottare circa la giunta Castel Volturno in occasione del primo consiglio comunale. “Lo abbiamo sostenuto e abbiamo contribuito alla sua elezione con l’unico intento di voltare pagina rispetto alle ‘anacronistiche modalità politiche’ del passato. Per adesso, e speriamo solo per adesso, dobbiamo costatare che purtroppo ha iniziato esattamente con quelle medesime modalità. ‘Rinnovamento e cambiamento’ erano, sono e saranno sempre le uniche stelle polari della Lega anche a Castel Volturno; ovviamente non ne facciamo un problema di poltrone, ma questa giunta è una scelta esclusivamente del sindaco che non trova in noi nessuna condivisione. A Castel Volturno ha vinto la politica con Luigi Petrella, le liste che lo sostenevano e ciascuno dei candidati che in quelle liste ha messo personalmente la faccia per quel progetto amministrativo; infatti se qualcuno voleva “esterni” alla guida del Comune lo poteva anche dire prima e, semmai, li poteva anche candidare. Ovviamente la Lega non ne fa un problema di nomi o di persone, al contrario ne fa un problema di modalità, di condivisione e di partecipazione nelle scelte politiche da mettere in campo".

Ed aggiungono: "Purtroppo dobbiamo costatare che il sindaco esattamente il minuto dopo la vittoria elettorale ha avocato esclusivamente a sé ogni scelta e qualsiasi decisione, dimenticandosi probabilmente di una componente della coalizione, esattamente della Lega che lo ha sostenuto fin dall’inizio della campagna elettorale senza tentennamento alcuno. Ci saremmo aspettati dal sindaco la stessa correttezza, la medesima educazione politica e linearità di comportamento che la nostra lista ha messo in campo nei suoi riguardi. C’è solo da augurarsi, per il bene di Castel Volturno, che il novello primo cittadino si ravveda quanto prima per ritornare al primato della politica, al rispetto della volontà degli elettori e soprattutto dell’urna: unici veri titolari a poter decidere le sorti della nostra amata città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Muore ragazzino di 12 anni dopo essere stato investito in bici

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento