Lavori al cimitero, appalto milionario alla società dei fratelli Mastrominico

L'Associazione temporanea di imprese ha firmato una nuova convenzione. Dal Comune: "Non potevamo fare diversamente"

Cinque milioni di euro per l'ampliamento del cimitero comunale. Progetto 'monstre' approvato dal Comune di Casal di Principe guidato dal sindaco Renato Franco Natale. Lavori affidati all'A. T. I. degli ingegneri Pasquale e Giuseppe Mastrominico: sì la ditta oggi in amministrazione controllata dopo la confisca dei beni agli imprenditori imprenditori Mastrominico di San Cipriano d’Aversa, legati per la Dda di Napoli al clan dei Casalesi.

Si occuperà di realizzare oltre 3mila loculi e il Comune gli ha affidato 248 lotti per la costruzione delle cappelle. Per raccontare questo appalto bisogna prima ripercorrere negli anni l'affidamento: è il 2005 quando a seguito di licitazione privata sotto l'amministrazione dell'ex sindaco Francesco Goglia viene aggiudicata la concessione di tutti gli interventi al cimitero per un importo di 10 milioni di euro. Dopo ben 14 anni, e dopo anche parecchie vicende giudiziarie che hanno 'colpito' i fratelli Mastrominico, l'amministrazione comunale targata Renato Natale firma una nuova convenzione, datata 11 novembre 2019, con la quale ridimensiona il progetto che diventa di 5 milioni di euro. Lavori però sempre per la stessa Ati dei Mastrominimico.

Dal Comune spiegano così il perché: "Non potevamo fare diversamente perché oggi l'Ati è sotto amministrazione controllata e i cittadini ci chiedono i lavori al cimitero. Siamo obbligati a portare avanti questa convenzione perché anche dalla magistratura ci hanno confermato che è tutto regolare e che si può far partire i lavori anche per permettere ai dipendenti di poter lavorare".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento