Il Comune ‘incassa’ 60mila euro per le assunzioni del progetto Apu

Convenzione tra l'Ente guidato dal sindaco Colombiano e la Regione

Il sindaco Anacleto Colombiano

Arriva la convenzione tra il Comune di San Marcellino, guidato dal sindaco Anacleto Colombiano, e la Regione Campania per le Attività di Pubblica Utilità (APU). E' infatti giunta in Municipio, all'attenzione del primo cittadino, tutta la documentazione relativa al finanziamento di circa 60mila euro per quello che è un progetto che ha anche valenza sociale visto che si parla di lavoro.

Le attività che svolgeranno i soggetti partecipanti al progetto sono relative al monitoraggio su strade demaniali, finalizzato alla prevenzione del randagismo, servizio di monitoraggio e sull’esistenza di situazioni di dissesti stradali, lavori di giardinaggio e di cura del verde pubblico e lavori in occasione di manifestazioni sportive e culturali.

"Il progetto - dice il sindaco Colombiano - riveste una duplice finalità: sostenere i soggetti in situazione di disagio e renderli partecipi della realizzazione del bene comune permettendo all’Ente di impiegare tali risorse umane in lavori di pubblica utilità garantendo maggiori servizi ai cittadini. Questo è stato possibile anche grazie al sostegno del consigliere regionale Zannini, oltre che del Governatore De Luca, che hanno dimostrato di tenere a cuore le sorti di San Marcellino. Questo a dimostrazione che insieme si possono ottenere grandi risultati".

L'intervento, a valere sul Por Campania FSE 2014-2020 Asse I “Occupazione” è rivolto agli ex percettori di ammortizzatori sociali ed agli ex percettori di sostegno al reddito, che hanno partecipato nei mesi scorsi alla procedura di selezione. L’obiettivo della Regione è finanziare una serie di interventi di interesse generale rivolti alla collettività, destinati a migliorare i servizi resi ai cittadini ed il benessere della collettività.

"Un risultato importante per la nostra città – ha spiegato il sindaco – perché da un lato diamo risposte concrete ad una fascia della cittadinanza che soffre un disagio lavorativo e sociale, dall’altro otteniamo in cambio un supporto importante in tantissime attività di pubblica utilità. La Regione, ancora una volta, ha inteso riconoscere e premiare con un cospicuo finanziamento la valenza dei nostri progetti. Queste persone sono riuscite a rientrare nel mondo del lavoro, partecipando ad attività di pubblica utilità e rendendo, quindi, un grande servizio alla comunità. Una risposta concreta a chi, in un momento di profonda sofferenza occupazionale del nostro territorio, ha manifestato il desiderio di essere ricollocato nel mondo del lavoro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento