Crollo alla Reggia, gli ispettori confermano: “Ci sono state omissioni”

Il report mette sotto accusa la gestione del direttore

Il crollo alla Reggia di Caserta

Il crollo all’interno della Reggia di Caserta del dicembre scorso, che poteva avere conseguenze gravissime per i turisti che erano all’interno della sala delle Dame, è stato causato da “omissioni e manchevolezze”. A metterlo nero su bianco sono gli ispettori del Ministero dei Beni Culturali che hanno consegnato da pochi giorni la relazione relativa al blitz ispettivo effettuato nello scorso mese di febbraio.

“Le indagini e le verifiche ispettive condotte da questo segretariato generale sul crollo avvenuto nell’appartamento Reale della Reggia di Caserta, Sala delle Dame, il 10 dicembre 2017, ha evidenziato diverse manchevolezze/omissioni da parte del Direttore della Reggia, dott. Mauro Felicori, sia per quanto riguarda la sicurezza dei lavoratori e dei visitatori, sia per quel che concerne la salvaguardia e la conservazione del bene culturale”.

Ed aggiungo come i fatti “si prestano, stante la gravità della situazione accertata e delle omissioni elencate, a configurare possibili responsabilità penali a carico dei soggetti responsabili”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento