Ingegnere casertano brevetta il "freezer alla spina"

L'invenzione di Francesco Fontana per combattere gli sprechi e conservare gli alimenti nel modo giusto

Fontana e la sua invenzione

L’esigenza di praticità si riflette anche nei piccoli gesti della vita quotidiana, quali ad esempio fare la spesa nel modo giusto senza creare così inutili sprechi o inquinamento. Le moderne tecnologie hanno messo alla luce sistemi all’avanguardia per regolare i consumi ed evitare inutili sperperi di alimenti, ma nessuna di esse fino ad ora si era occupata della distribuzione di prodotti surgelati mediante un dosatore.

Ad oggi infatti, entrando in un qualsiasi supermercato si può notare come tutti gli alimenti surgelati siano acquistabili dal cliente esclusivamente da banchi refrigeranti, atti a conservare determinante temperature non sempre inalterate, contenti apposite buste o prodotti sfusi. L’innovazione in tale ambito la lancia Francesco Fontana, ingegnere meccanico di Casal di Principe, che ha ideato appunto un dosatore che consente sia l’erogazione di alimenti solidi surgelati/congelati che liquidi o semi-liquidi.

Il brevetto, semplice ma allo stesso tempo innovativo, vede l’ideazione di un recipiente di forma di cilindrica al cui interno ruota un asse centrale che permette all’alimento di confluire in un serbatoio sottostante attraverso l’utilizzo di una leva per la distribuzione finale al consumatore. Molti sono i vantaggi connessi a tale brevetto, in primis la possibilità da parte del cliente di acquistare l’esatta quantità del prodotto di cui si ha bisogno senza sprechi e un’incorretta conservazione degli alimenti una volta aperti.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In secondo luogo il risparmio di energia elettrica poiché grazie ad un particolare sistema di chiusura ermetica gli alimenti sono conservati ad una temperatura costante senza subire alcuno shock termico evitando così lo spreco di corrente che si ha nell’aprire e chiudere un refrigeratore. Infine il terzo aspetto, non meno importante, riguarda la riduzione di imballaggi da parte delle aziende produttrici e la conseguente diminuzione della quantità di rifiuti prodotti quotidianamente in casa.

L’impiego di tale dispenser non solo comporta un facile uso, una facile manutenzione, ma permette di conservare gli alimenti in un ambiente sterile e in condizioni igieniche ideali senza che vi sia contatto con altri elementi esterni così come accade per i prodotti surgelati in vaschette aperte. La creazione potrebbe stravolgere il mondo della conservazione e della distribuzione di prodotti alimentari surgelati e non, e verrà presentata successivamente al pubblico in tutte le sue variabili e le sue particolarità.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento