Il giallo della Ztl su corso Giannone: il caso in Consiglio

Apperti e Naim presentano quattro interrogazioni per il Question time

I consiglieri comunali di Speranza per Caserta Norma Naim e Francesco Apperti hanno protocollato quattro interrogazioni per la seduta di "Question Time" che, secondo quanto previsto dal regolamento delle attività consiliari, si dovrebbe tenere mercoledì prossimo 27 febbraio alle ore 16.

La capogruppo Naim chiederà spiegazioni sulle lungaggini nella riqualificazione di Piazza Garibaldi, dove da oltre un anno sono attesi il riposizionamento delle fermate degli autobus e l'installazione di cinquanta rastrelliere per biciclette donate da RFI (Rete Ferroviaria Italiana), mentre ad oggi lo scenario è ancora di caos e profondo degrado.

La seconda interrogazione verterà invece sulla ZTL di Corso Giannone, che dopo due rinvii successivi sembra essere caduta nel dimenticatoio. Il Consigliere Apperti aveva presentato anche una interrogazione sulla vicenda dell'incarico legale conferito dall'Azienda Ospedaliera Sant'Anna e Sebastiano al sindaco Marino in qualità di avvocato, ma la stessa è stata ritirata in quanto si è appreso che il primo cittadino ha rinunciato all'incarico.

Infine, sempre l'ex candidato sindaco di Speranza per Caserta interrogherà l'assessore competente riguardo i lavori di completamento dell'area verde attrezzata attigua al nuovo centro commerciale sorto in zona San Clemente, adiacente alla zona 167- Parco degli Aranci, e delle relative vie di accesso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento