IDRICO L’ex consigliere ‘recuperato’ da Zannini e le tensioni per il revisore

I retroscena del voto al Consorzio tra denunce e polemiche

L'ex consigliere di Mondragone Gerardo Napolitano

Nonostante il prefetto di Caserta abbia evitato ‘scenari diversi’ dopo le denunce del presidente del Collego dei revisori Vincenzo Piscitelli, le votazioni al Consorzio Idrico di Terra di Lavoro hanno avuto comunque un ‘sussulto di tensione’ proprio nel momento del voto.

L’accordo che era stato siglato per il consiglio di amministrazione ha rischiato di saltare dopo la richiesta arrivata dal Comune di Marcianise di avere un proprio rappresentante nel collegio dei revisori. E proprio la mancata intesa ha portato il sindaco Antonello Velardi a spingere per il ‘non voto’ anche sul Cda, nonostante nella lista fosse stato inserito un esponente di Marcianise, Pietro Crispino.

Chi invece è riuscito a recuperare un posto è stato il consigliere regionale Giovanni Zannini, che ha inserito proprio nel collegio dei revisori Agostino Napolitano detto Gerardo, ex consigliere comunale di Mondragone, candidato alle ultime amministrative a sostegno di Virgilio Pacifico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

Torna su
CasertaNews è in caricamento