Il Giudice di Pace 'affoga' nel verde, l'ira di Tontoli | FOTO

Il consigliere: "Ufficio in condizioni pietose, convenzione non rispettata"

Le condizioni in cui versa il Giudice di Pace di Maddaloni

Le aree verdi sono sempre un bene, ma se non c'è manutenzione rischiano di diventare un problema non da poco. Ed è quello che sta accadendo che versa, come sottolinea il consigliere comunale di opposizione Edo Tontoli, "in condizioni davvero pietose. Risulta quasi impossibile parcheggiare nonché impossibile comminare sui marciapiedi che circondano l’area adibita a parcheggio". 

Il nodo naturalmente e' economico, anche perché secondo la convenzione siglata tra i Comuni di Maddaloni, Valle di Maddaloni e Cervino (che si sono presi in carico le spese per il funzionamento dell'ufficio per permettere di farlo restare aperto) la manutenzione del verde spetterebbe all'ultimo Ente che però sembra abbia problemi a gestirla a causa dell'assenza di personale. "Il nodo però esiste e non può essere risolto con interventi spot - sostiene il consigliere di Maddaloni Tontoli - perché se c'è un problema di personale o economico lo stesso dovrebbe essere posto sul tavolo della conferenza dei sindaci che, secondo la convenzione, dovrebbe essere convocata annualmente, un mese prima del bilancio di previsione, per stanziate le somme necessarie nei relativi capitoli". 

Una riunione che però il sindaco Andrea De Filippo non ha convocato e dove quindi il problema non è stato affrontato. "Se un Ente si assume un impegno, lo stesso deve essere rispettato" aggiunge Tontoli, che sottolinea il rischio "di dover poi tamponare emergenza dettate da altri ma che ripercuotono sul Comune di Maddaloni". A questo punto, chiosa il consigliere di opposizione, "si preveda un apposito capitolo di spesa e venga ripartito nei bilanci anche degli altri comuni altrimenti saremo solo e sempr noi a pagare".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento