Stop ai botti di Capodanno, il sindaco firma l'ordinanza

Vietata anche la vendita di petardi pericolosi e articoli pirotecnici di uso professionale: multe fino a 500 euro per chi non rispetta il provvedimento

Vietato l'utilizzo di fuochi pirotecnici per il Capodanno ad Aversa. Il sindaco Alfonso Golia ha firmato l'ordinanza e ha provveduto altresì a trasmetterla alla Prefettura di Caserta, al comando provinciale dei vigili del fuoco e a carabinieri, polizia e vigili urbani di Aversa che dovranno vigilare soprattutto sui minori.

Gli articoli pirotecnici non potranno essere utilizzati ad una distanza inferiore a 150 metri da ospedali, case di cura, case di riposo, ricoveri zootecnici per la tutela degli animali d'affezione (canili, etc); in prossimità di cassonetti di raccolta rifiuti, aree di deposito rifiuti, in presenza di sostanze e depositi di materiale infiammabile, scuole, manifestazioni, spettacoli e trattenimenti in aree pubbliche; in luoghi pubblici, luoghi privati aperti al pubblico, in luoghi privati laddove possono verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici sui luoghi pubblici o privati appartenenti a terzi non consenzienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre l'ordinanza del primo cittadino di Aversa impone agli esercizi commerciali di non vendere articoli pirotecnici di categoria europea F4 (definiti di uso professionale) così come i petardi con limiti superiori a quelli previsti dal comma 5 (cobra, lupo 26, black thunder, bomber 77 e similari). Per tutti coloro che non rispetteranno l'ordinanza sono previste multe fino a 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casalesi in Veneto, i figli pentiti dei boss testimoni con Zaia e Lamorgese

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

Torna su
CasertaNews è in caricamento