Meloni chiede l'esercito a Castel Volturno: "La mafia va combattuta non importata"

Sit in con la leader di Fratelli d'Italia per la lotta contro la malavita africana

Il sit in a Castel Volturno con Giorgia Meloni

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni a Castelvolturno per verificare di persona la situazione di degrado di Destra Volturno oramai occupata dagli immigrati irregolari e dalla mafia nigeriana.

La leader di FdI ha stigmatizzato l'abbandono subito dal territorio di Castel Volturno della politica in questi anni che ha concesso alla criminalità organizzata, ed in particolare alla mafia nigeriana, di fare di questa zona un punto di spaccio e di prostituzione. Si è fatta pertanto promotrice di una proposta tesa a chiedere l'intervento dell'esercito in modo costante e continuativo sulle zone del Castelvolturno e del litorale della provincia di Caserta al fine di ristabilire la legalità in un territorio martoriato dalla nefasta presenza della mafia nigeriana, una delle criminalità organizzate più pericolose e cruente del mondo.

Nel corso della manifestazione, secondo quanto rivelato dalla stessa Meloni, c'è stato un sit in di Fratelli d'Italia per chiedere "l'intervento dell'esercito e una legge speciale contro la mafia nigeriana, contro la camorra, contro tutte le mafie. La mafia va combattuta, non importata!", ha concluso Meloni.

A salutare la leader nazionale era presente tutta la dirigenza del partito a partire dal presidente regionale Gimmi Cangiano, il presidente provinciale Enzo Pagano, la coordinatrice cittadina del capoluogo di provincia Giovanna Petrenga, nonché i coordinatori provinciali d’area Claudio Ursomando, Valentina Iovinella, Luca Alfredo d'Andrea, Michele Serao, Gennaro Caserta, Antimo Nocera e Pasquale di Fruscia, nonché l'intero coordinamento cittadino di Castelvolturno.

Alla manifestazione ha partecipato anche la delegazione di Fratelli d'Italia di Maddaloni con la coordinatrice Valentina Carangelo che al termine ha sottolineato come "Sono tante le situazioni di degrado, di abbandono e di degrado che investono i nostri territori, incontri come quello di oggi sono importanti perché ci permettono di far conoscere a chi finalmente fa sentire la vicinanza dello stato, la situazione dei nostri territori e ed elaborare misure di contrasto. Presenti anche il vicesindaco Gigi Bove ed il consigliere Aniello Amoroso.

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

Torna su
CasertaNews è in caricamento