Fondi per scuole ed edifici comunali, Crisci in pressing sul Comune

Il consigliere indipendente richiama l’assessore: “Finanziamenti non vanno persi”

Il consigliere comunale Gaetana Crisci

“Ho predisposto e protocollato interrogazione per chiedere all’assessore al ramo quale sia l’indirizzo politico in merito e quali progetti si intendono candidare al Fondo previsto dal MIT”. È l’intervento del consigliere comunale indipendente Gaetana Crisci, che va in pressing sull’amministrazione comunale di Maddaloni per i fondi stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti destinati ai Comuni per la messa in sicurezza degli edifici e delle strutture pubbliche di esclusiva proprietà dell’ente e con destinazione d’uso pubblico.

“I Comuni che vogliono accedere al Fondo apposito - ricorda la Crisci -possono presentare domanda di cofinanziamento per un numero massimo di tre progetti e per un importo massimo del cofinanziamento per ciascun progetto di 60.000 euro. Le domande possono essere presentate dal 1 luglio al 30 agosto 2019". 

Il consigliere passa poi all’attacco: “È capitato di perdere diverse opportunità per negligenza degli uffici comunali preposti. Ci auguriamo che dopo la fase di rodaggio ci sia una svolta proprio sui progetti da candidare ai finanziamenti regionali e nazionali. Maddaloni deve ripartire e attrarre investimenti anche da realtà imprenditoriali locali e non, ma fino a quando la cartolina che esibiremo sarà quella di un degrado incontrollato, di un territorio senza regole, di una terra piegata alla caritatevole benevolentiae di accordi attesi da decenni, nessuno sarà disposto a “scommettere” sul nostro Territorio. Inoltre, il personale sottodimensionato e demotivato non può essere una giustificazione a supporto di questa fase di stallo anche rispetto ai servizi non assicurati ai cittadini. Si provveda dunque ad attivare canali che possano coadiuvarci nell’impresa di reperire fondi, sviluppare progetti, candidarli e recuperare risorse”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento