Finanziamento da 70mila euro "in extremis" per la nuova giunta

L'esecutivo approva il progetto per la kermesse "Grano di Atella" subito dopo le nomine degli assessori

Il sindaco di Orta di Atella Andrea Villano

I tempi erano stretti e la giunta non era ancora pronta. Ma c’era da chiedere un finanziamento da 70mila euro alla Regione Campania e non si poteva più attendere.

Il sindaco Andrea Villano era ancora impegnato nelle ‘trattative’ ma, appena ha trovato la quadra, ha fatto firmare i decreti a Cesario Villano, Giuseppe Roseto e alla commercialista Zagaria e poi li ha subito convocati per la prima riunione dell’esecutivo. E’ stato infatti subito approvato il progetto “Grano di Atella” finanziato interamente dalla Regione Campania nell’ambito del POC Campania 2014-2020 linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”.

“Le finalità del progetto - spiega soddisfatto il primo cittadino Villano - è di valorizzare e rafforzare le risorse e gli elementi attrattivi presenti sul territorio di Orta puntando fortemente sullo sviluppo turistico in una chiave culturale”. In effetti la kermesse punta a riportare alla ribalta le radici e la tradizione contadina della città che fu cara a Virgilio, da qui, la scelta, affatto casuale, del grano prodotto di eccellenza dell’intera area atellana, come simbolo dei prodotti offerti dal territorio.

La proposta progettuale, finanziata dall’assessorato regionale allo Sviluppo e promozione del turismo, ideata dall’ente di viale Petrarca in stretta sinergia con le varie realtà associative territoriali, si svolgerà tra aprile e giugno 2019 con lo specifico obiettivo di mettere a sistema tutti gli eventi culturali, ambientali ed enogastronomici che hanno un significativo impatto positivo sullo sviluppo del territorio. “Grano di Atella” vuole essere, dunque, un modello di promozione sistemica in grado di coniugare gli eventi di matrice culturale con momenti di commercializzazione e attività di comunicazione.

“Con questa iniziativa - conclude il sindaco - intendiamo raccontare il patrimonio culturale ed enogastronomico del nostro territorio”. La rassegna interesserà le principali piazze di Orta di Atella e il Castello di Casapozzano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico casertano: "E' aggressivo solo in alcuni casi. Niente panico, solo piccole precauzioni"

Torna su
CasertaNews è in caricamento