I figli del poliziotto-eroe seguono le orme del padre e 'sposano' la divisa

Entrano in Polizia i figli di Nicola Barbato, l'agente ferito gravemente durante una operazione antiracket

Nicola Barbato con i figli Giovanna e Luigi

Hanno seguito le orme del padre. I figli di Nicola Barbato, agente di polizia di Gricignano d’Aversa rimasto gravemente ferito da un giovane criminale durante una operazione antiracket a Fuorigrotta nel settembre 2015, vestiranno infatti la divisa della Polizia, seguendo l’esempio del genitore.

Barbato, in forza alla Squadra Mobile di Napoli, venne raggiunto dai colpi di arma da fuoco esplosi da Raffaele Rende al collo e alla spalla, che sparò contro l’auto-civetta con a bordo il poliziotto casertano, impegnato in borghese assieme ad un collega per una operazione anti-estorsioni. Barbato subì un intervento complesso, arrivò in ospedale in arresto cardiaco con una frattura di vertebre cervicali, e per questo è costretto su una sedia a rotelle.

Ora Giovanna e Luigi potranno ripercorrere la strada intrapresa del padre, che non ha mai perso il sorriso nonostante la drammatica vicenda che lo ha visto protagonista. Un legame, quello della famiglia Barbato con la Polizia, che continuerà anche con i figli del poliziotto-eroe.

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Schianto in autostrada: due km di coda

Torna su
CasertaNews è in caricamento