Festa delle forze armate, scuole e istituzioni insieme per la pace nel mondo

Il sindaco Di Tommaso: "Oggi più che mai c'è bisogno di concordia e tolleranza tra i popoli"

Un momento della cerimonia del 4 novembre ad Alife

Sono state emozionanti le celebrazioni del 4 novembre ad Alife. La comunità ha celebrato l’anniversario della Vittoria e la Festa delle forze armate commemorando i Caduti di tutte le guerre e coloro che hanno dato la propria vita a difesa della pace nel mondo.

L'iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale retta dal sindaco Maria Luisa Di Tommaso, ha visto il raduno dei partecipanti a partire dalle ore 11 nella villa comunale dove il parroco della Cattedrale di Santa Maria Assunta, don Pasqualino Rubino, ha benedetto la corona d’alloro appena deposta dinanzi al Monumento ai Caduti dal primo cittadino.

Tra i presenti, l’assessore Annamaria Morelli, i consiglieri comunali Silvia Di Muccio, Salvatore Cirioli ed Enzo Guadagno, i rappresentanti della locale sezione dei combattenti e reduci, del circolo sociale della Terza Età e del Forum Comunale dei Giovani, gli alunni della scuola elementare e media di Alife e diversi cittadini che hanno partecipato al momento commemorativo.

“L’amministrazione comunale ha inteso ricordare i concittadini che, con il loro sacrificio e sospinti dall’amore per la patria, contribuirono a realizzare l’Indipendenza Italiana dalla schiavitù straniera. Il 4 novembre è una data da commemorare affinchè il sacrificio loro e dei nostri soldati, caduti durante le ultime guerre, rimanga impresso indelebilmente nella memoria collettiva. La celebrazione della giornata della festa dell’unità nazionale e delle forze armate, quindi, rappresenta un momento di riflessione sula dura conseguenza di ogni guerra e sulla necessità che i sentimenti di pace, di concordia e di tolleranza tra i popoli diventino, oggi più che mai, norma di vita”, ha dichiarato il sindaco Di Tommaso nel corso del suo discorso ufficiale tenuto ai piedi del Monumento ai Caduti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento