Un encomio solenne al comandante Franco: salvò una donna dalla furia di un omicida I FOTO

Il sindaco: "Stima ed ammirazione per il suo gesto eroico e per il lavoro che svolge"

L'encomio che il Comune di Cellole ha riconosciuto al maresciallo Franco

Encomio solenne per il Comandante della stazione carabinieri di Cellole Vincenzo Franco conferitogli nella sala consiliare del Comune di Cellole. "La proposta di encomio al comandante Vincenzo Franco é stata presentata in consiglio comunale il 18 agosto 2019 accolta tra il consenso di tutta l'amministrazione comunale" ha affermato il sindaco Cristina Compasso.

Il riconoscimento al comandante Franco attesta il suo fortissimo senso del dovere e spirito di abnegazione quando intervenne il 10 giugno 2017 a difesa di una donna in pericolo di vita perché era la vera destinataria della rabbia del suo omicida. Quella donna vide morire sotto i suoi occhi il suo compagno Giuseppe Capraro che le fece da scudo col suo corpo mentre veniva colpito a morte con 4 coltellate dal ex consorte della compagna Giovanni Calenzo (che è stato poi condannato all'ergastolo). Il comandante Vincenzo Franco piombando nell'abitazione dove si era appena consumato il delitto riuscì a disarmare l'omicida con in mano ancora i coltelli utilizzati nell'assassinio riportando anch'egli delle ferite ad un braccio nella colluttazione che ne seguì riuscendo comunque ad arrestare l'assassino.

"Proprio in ragione del suo altissimo senso del dovere dimostrato che ha anteposto la propria vita a quella altrui senza indugiare né esitare un attimo - ha sottolineato la prima cittadina -  si é ritenuto di conferire questo riconoscimento solenne. Quello che più mi ha colpita é che ciò che potrebbe sembrare eroico per qualcuno per il Comandante Vincenzo Franco é un qualcosa di congenito, naturale. Per il suo grande senso del dovere e rispetto per la divisa che indossa non posso che nutrire una profonda stima ed ammirazione".

Il plauso all'eroicità del comandante Vincenzo Franco é stato accolto dalla comunità cittadina, religiosa (con la rappresentanza di don Lorenzo Langella) ed istituzionale, con la partecipazione del Maggiore Giuseppe Fedele della Compagnia Carabinieri di Sessa Aurunca che ha ringraziato l'amministrazione comunale cellolese per il conferimento dell'ecomio ad "una persona con grandi responsabilità che si impegna tra la gente e per la gente rappresentando la vera essenza dell' Arma dei Carabinieri".

Presenti all'evento anche la delegazione dei rappresentanti dell'Associazione Nazionale dei Carabinieri in Congedo sezione di Cellole, molti militari delle altre compagnie limitrofe nonché una rappresentanza dei docenti dell'istituto alberghiero di Cellole e Teano con la dirigente scolastica Annamaria Orso che insieme ai giovani studenti dell'istituto ha offerto un buffet per complimentarsi con il comandante Franco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

Torna su
CasertaNews è in caricamento