ELEZIONI Golia: "Strisce blu fallimentari, il progetto va rivisto"

Il candidato sindaco del centrosinistra sul piano parcheggi

Il candidato sindaco Alfonso Golia

"In una città commerciale, di servizi, universitaria e turistica  e per far diventare la ZTL il nostro centro commerciale naturale è fondamentale un buon sistema della sosta" . Lo dichiara il candidato sindaco del centrosinistra ad Aversa Alfonso Golia che spiega: "Oltre a realizzare nuovi parcheggi è necessario un turnover della sosta, nelle zone della città dove la domanda è altissima. Questo si può ottenere mediante un provvedimento della sosta a pagamento (stalli blu) equilibrato e razionale.  

Anche da questo punto di vista abbiamo registrato un fallimento totale. Sono ormai sei anni purtroppo che il servizio della sosta a pagamento ad Aversa non funziona più.  Nessuno o quasi paga per la sosta, le auto occupano gli stalli tutta la giornata, i residenti si dannano l’anima per trovare un posto sotto casa e gli ausiliari del traffico non possono far nulla. Il Comune di Aversa (forse unico esempio in Italia) nell’ultimo anno ha dovuto rimetterci più di 100 mila euro per un servizio inesistente che ovviamente non riesce neanche ad autofinanziarsi. In 6 anni 3 gare andate deserte e decine di affidamenti diretti senza nessun risultato concreto. Danni economici e zero servizi". 

"La gestione della sosta a pagamento - aggiunge -  è l'emblema del loro fallimento ed è perciò che abbiamo inserito tra le nostre priorità un nuovo piano traffico che sia integrato ad un piano della sosta funzionale alle vocazioni di Aversa. Senza una visione strategica, senza un piano organico per la sosta, senza alcun progetto mi sembra evidente che il traffico  sia destinato ad aumentare e la vivibilità a diminuire.  Tutti coloro che hanno avuto responsabilità di governo in questi anni hanno permesso che la città collassasse sotto una cappa di smog, stretta nella morsa di un groviglio di vetture propagandando il falso mito populista sull’ingiustizia della sosta a pagamento che era secondo loro un provvedimento concepito solo per far soldi. Aversa con loro non solo a perso soldi e vivibilità". 

"A chi ha fatto intere campagne elettorali lamentandosi della città blu dipinta di blu (definendola anche città dei Puffi) chiediamo di spiegare perché si lamentava dei 1800 stalli blu dati in concessione e non ha detto nulla quando la sua maggioranza ha pubblicato la gara che ne prevede ben 3300", conclude Golia.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Cattivi odori dal bidone della spazzatura? Ecco come pulirlo e igienizzarlo

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

Torna su
CasertaNews è in caricamento