Rinforzi tecnologici per la polizia locale: arriva il drone per controllare il territorio | FOTO

Con l'ausilio del drone sarà agevolato il controllo in ambito giudiziario ed ambientale

Il drone in dotazione alla polizia locale di Cellole

Nuove dotazioni tecnologiche per la polizia municipale di Cellole per il controllo del territorio del Litorale Domizio. Il Comando della polizia locale cellolese si è dotata di un aereo mobile a pilotaggio remoto, conosciuto comunemente col nome di 'drone'. Per il corretto utilizzo del DIJ Magic 2 Pro si é reso necessario il conseguimento di un attestato da parte di tre componenti del comando. Il comandante Pier Luigi Casale, il luogotenente Vito Montecuollo e l'agente scelto Laura Lombari sono i nuovi piloti APR ovvero piloti di aeromobili a pilotaggio remoto. Con l'ausilio del drone sarà agevolato il controllo in ambito giudiziario ed ambientale. Maggiore sensibilità da parte della polizia municipale cellolese é data al contrasto del fenomeno dell'abusivismo edilizio nonché gli sversamento illeciti di rifiuti. Previsto l'acquisto di un drone impiegato per i rilevamenti sottorranei. Massima é l'allerta per preservare il litorale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento