Il giallo del parroco seguito dai fedeli ma 'disconosciuto' dai vescovi

L’intervento delle 3 Diocesi: “La sua associazione non ha titolo né autorizzazioni”

Don Angelo Coronella

Sono dovute intervenire ben tre Diocesi, quelle di Capua, Alife-Caiazzo e Teano-Calvi, per fare chiarezza sull’associazione "C.A.R.E.S. – Divina Misericordia" fondata da don Angelo Coronella, prete che da alcuni anni opera nei territori ‘coperti’ dalle tre Diocesi.

Nonostante sia infatti molto seguito dai fedeli, di fatto i vescovi con una nota ufficiale lo hanno ‘disconosciuto’: le Diocesi hanno infatti ribadito come l’associazione fondata da don Angelo si autodefinisce laica, e non ha pertanto alcun riconoscimento canonico e dipendenza dall’autorità ecclesiastica.

Lo stesso don Angelo Coronella “non ha mai ricevuto alcun mandato di esorcista e dal 10 giugno 2017 non è più amministratore parrocchiale della parrocchia di Santa Maria del Carmine in Treglia di Pontelatone”. Le tre Diocesi hanno inoltre ribadito come l’associazione C.A.R.E.S. – Divina Misericordia, essendo di carattere laico, non ha “titolo né autorizzazioni a riunirsi nelle Parrocchie e in altri edifici di pertinenza ecclesiale”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento