Stop al 'mercatino delle pulci', blitz e divieti ignorati dai commercianti

Il sindaco di Casagiove studia una seconda ordinanza per fermare l’illegalità

La guardia di finanza al 'mercato dell pulci' di Casagiove

Neanche le ordinanze sindacali del Comune di Casagiove, i blitz della guardia di finanza e le sentenze del Tar hanno fermato l’apertura del ‘mercato delle pulci’ di Casagiove. La fiera dei commercianti, che non può aprire al pubblico, anche nel periodo natalizio ha accolto decine e decine di persone nelle domeniche di festa, compresa l’Epifania.

Come riporta ‘Il Mattino’, il sindaco di Casagiove Roberto Corsale sta studiando ora una seconda ordinanza per bloccare il mercatino: in particolare il nuovo provvedimento dovrebbe inibire sul terreno in cui si svolge il mercato, indipendentemente da chi lo richieda, ogni esercizio di tipo commerciale, dato che la destinazione urbanistico è di tipo logistico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento