Distributore di gpl chiuso: i giudici danno ragione al Comune

Il Tar: "Senza le autorizzazioni è pericoloso per la pubblica incolumità"

Chiuso un distributore di gpl

Arriva la conferma da parte dei giudici dell'ordinanza di chiusura di un distributore di gpl a Piedimonte Matese. Il Tar della Campania ha respinto l'istanza cautelare  di sospensione del provvedimento del Comune presentata dall'imprenditore titolare del distributore di carburante.

La vicenda ha avuto inizio ad inizio marzo quando il responsabile delle Attività Produttive del Comune di Piedimonte aveva disposto la chiusura di una stazione di servizio sulla Strada Provinciale 331 che erogava GPL per auto senza la prescritta autorizzazione.

Il titolare della concessione, la Unione Gas Auto, aveva dismesso l’impianto nel 2015, risolvendo il contratto con il gestore dell’area di servizio che tuttavia avrebbe continuato ad esercitare l’attività in carenza delle autorizzazioni prescritte per l’erogazione del gpl per veicoli.

Contro l’ordinanza di chiusura dell’impianto il gestore ha proposto ricorso al TAR Campania chiedendo la sospensione cautelare del provvedimento. Alla camera di consiglio si è costituito per il Comune di Piedimonte Matese l’avvocato amministrativista Paolo Centore che ha evidenziato la sussistenza di ragioni di pubblica sicurezza e di sicurezza delle persone che hanno imposto l’adozione del provvedimento interdittivo: ragioni di sicurezza tali da consentire all’ente locale di poter prescindere dalla comunicazione dell’avvio del procedimento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Tar Campania condividendo appieno le tesi di Centore, ha respinto la domanda cautelare formulata dalla ricorrente, lasciando così pienamente efficacia l’ordinanza comunale che ha disposto la cghiusura dell’impianto aperto senza autorizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Bimbo morto, i genitori di Diego rompono il silenzio dopo 5 giorni

  • Coronavirus, record di nuovi contagi nel casertano: altri 120 casi in Campania

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio dei contagi: nuovi casi ad Aversa e Castel Volturno

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

  • Coronavirus, muore un uomo di Marcianise ricoverato in ospedale

Torna su
CasertaNews è in caricamento