Il Ministero dice 'sì': via libera al bilancio del dissesto bis

L'assessore Pica conferma il risultato positivo ottenuto: "Non è stato facile, ma adesso non ci aspetta una passeggiata. In Comune c'è un problema di governance che va affrontato"

L'assessore alle Finanze Federico Pica

Il pericolo è scampato. Il Ministero dell’Interno ha dato il via libera ufficiale al bilancio stabilmente riequilibrato del Comune di Caserta ed ora si dovrà rimettere in moto la macchina amministrativa per il secondo dissesto.

A darne conferma è l’assessore alle Finanze di Palazzo Castropignano Federico Pica che ammette di essere “molto contento anche perché non è stato un lavoro facile” ha commentato il delegato della giunta Marino.

“Siamo partiti da un disavanzo accertato dal commissario prefettizio di 24 milioni di euro che abbiamo in buona parte recuperato. Quello che emerge oggi da quest’approvazione è che il Ministero ci ha dato credito” soprattutto dopo aver confrontato i dati inseriti nel bilancio approvato a novembre (e poi leggermente modificato a febbraio) coi risultati effettivi al 31 dicembre 2018 che sono stati richiesti successivamente.

“Ora dobbiamo chiudere tutto il percorso - aggiunge l’assessore Pica, mentre è ancora in attesa della lettera ufficiale dal Ministero che certifichi quanto già gli è stato comunicato - e non sarà una cosa semplice. Non ci attende una passeggiata”.

Dal momento in cui arriverà la comunicazione dal Ministero dell’Interno, infatti, il Comune di Caserta avrà 30 giorni per approvare il bilancio stabilmente riequilibrato e poi altri 120 giorni per gli adempimenti collaterali.

Ma l’assessore Pica non manca anche di mandare un segnale ai ‘naviganti’: “Bisogna mettere a posto le carte e far funzionare davvero le cose - afferma- E’ palese che ci sia un problema di governance e dovremo affrontarlo”. Ma col via libera del Ministero lo potrà fare con ‘meno tensioni’. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento