Figuraccia del Comune, copia il regolamento della Ztl dai 'vicini'

Il disciplinare di Mondragone 'preso in prestito' dal Comune di Terracina senza cancellare gli errori

L'area in cui sarà attivata la Ztl

Quando a sbugiardare l’amministrazione comunale ci pensa il fratello di un assessore. È il scoppiato in queste ore a Mondragone, dove ‘Cittadinanza Attiva’, gruppo di cui fa parte anche Carlo Federico, fratello dell’assessore all’Ambiente Antonio, ha messo nel mirino il disciplinare della Ztl recentemente approvato dalla giunta guidata dal sindaco Virgilio Pacifico.

Il problema? Il disciplinare sembra essere copiato dal Comune di Terracina. Il nome della città in provincia di Latina compare in più occasioni nei vari articoli dell’atto, segno che nella ‘fretta’ di copiare non ci si è neanche fermati a sostituire le parti da modificare.

ztl terracina mondragone-2

Federico denuncia inoltre come nel testo si arrivi a citare una delibera di giunta, la n. 117 del 2017, che dovrebbe indicare le zone interessate dalla Ztl, e che invece “certamente non è del nostro comune, perché quella indicata sul nostro sito fa riferimento ad un evento legato alla fondazione Vito Bisecco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento