Minacce a Villano, il segretario provinciale respinge le dimissioni

Cimmino lancia l'appello a Graziano ed Oliviero in vista delle Primarie

Il segretario proviciale Cimmino e Marco Villano

“Ho avuto modo di parlare con Marco Villano in mattinata, gli ho espresso la mia solidarietà e quella del partito, respingendo con forza, altresì, le sue dimissioni. Il partito, ora più che mai, ha bisogno di persone come lui, ma l’episodio descritto da Marco è inammissibile e inconcepibile per una comunità politica”. Il segretario provinciale dei democratici Emiddio Cimmino ha respinto le dimissioni annunciate dal suo vice Marco Villano, che questa mattina aveva fatto un passo indietro dopo aver denunciato minacce nel corso di una conversazione telefonica da parte di un esponente del partito.

Villano: "Sono stato minacciato"

Il segretario Cimmino spiega di aver fatto rilevare a Villano che “la telefonata di cui si parla è arrivata da un iscritto, uno dei tantissimi iscritti, pur ribadendogli, ancora e fortemente, che ciò è assolutamente inaccettabile. Non mi scandalizzano le ordinarie “litigate” ma nel Partito Democratico, come in tutti gli altri partiti “democratici”, si discute, anche con una buona dose di adrenalina, con la consapevolezza dell’appartenenza, non c’è posto per i gladiatori, appartengono ad un’altra epoca”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal segretario Dem è arrivato anche un appello ai big del partito in vista delle primarie ormai prossime del 3 marzo: “Faccio appello ai nostri consiglieri regionali, Graziano e Oliviero, e ai nostri europarlamentari, Caputo e Picierno, affinchè, come fatto finora, possano dare una forte mano alla riorganizzazione e alla ripartenza di questa comunità politica. Ho incontrato tantissime donne e uomini del partito democratico, che cercano la serenità che nel passato è mancata: siamo obbligati ad ascoltarli. Il confronto politico sia portentoso ma la piattaforma per rilanciare questo paese non può essere che unitaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

Torna su
CasertaNews è in caricamento