Dimissioni del vice sindaco, Di Virgilio: "Abbandona i commercianti distrutti dal coronavirus"

L'ex consigliere comunale critico nei confronti di Fadda: "E' scappato nel momento più critico"

Francesco Di Virgilio e Luigi Fadda

Il vice sindaco di Aversa, nonché assessore alle attività produttive, Luigi Fadda si è dimesso. Già negli ultimi giorni, in molti, hanno storto il naso per la sua prolungata assenza. Fadda, infatti, da un paio di settimane è rimasto bloccato il Lombardia, zona calda in tema di Coronavirus. Sulle sue dimissioni è intervenuto l'ex consigliere comunale Francesco Di Virgilio che ha dichiarato: "Bisognerebbe anche spiegare chi sia Fadda e da cosa si sia dimesso per capirne e valutarne le conseguenze e la gravità del gesto".

"Qualcuno, eufemisticamente parlando, potrebbe non sapere che Fadda è (era) il vice sindaco di Aversa - ha continuato l'ex consigliere comunale - Noto per nulla e per non essersi distinto praticamente in niente, ha silenziosamente occupato il ruolo di vice comandante in capo della nave aversana, alle spalle e all'ombra del proprio capitano, Alfonso Golia. Ebbene, ad oggi, nel periodo più buio della storia della città dal dopoguerra, con la nave che fa acqua da tutte le parti, tra pagliacci e ballerine che intrattengono i passeggeri con buffonate e balletti, il coraggioso vice capitano prende la scialuppa, saluta piccato e se ne va. Abbandona la nave. Non va d'accordo col resto della ciurma. Dice di non essere apprezzato, di sentirsi ormai fuori rotta rispetto alla dritta indicata dal capitano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In un momento storico dove forse, tra le vittime inconsolabili di questa tragedia, proprio i commercianti portano la bandiera, lui, statista di spessore, se la da a gambe senza dire o fare nulla che sia di reale conforto per chi, ingenuamente, da lui si sarebbe dovuto aspettare mano tesa e soluzioni - ha concluso - Gente che ha da settimane letteralmente chiuso bottega e che chissà se mai riuscirà a riaprirla. Gente che avrebbe dovuto riversare speranze in lui, assessore al commercio e vice sindaco. Avrebbe dovuto aggrapparsi a lui se solo Fadda avesse saputo chi fosse e cosa facesse. Invece no. La nave affonda, lui scappa e porta con se scialuppa e selvagenti. Grazie cuor di leone, adesso sì che ci ricorderemo il tuo nome".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento